Razzismo, fischi e lancio di oggetti: follia ultrà in Ungheria-Inghilterra

A Budapest la squadra di Southgate è stato bersaglio dei “tifosi” di casa: contro il c.t. cubetti di ghiaccio durante l’intervista post partita

Gli ululati quando i giocatori inglesi si sono inginocchiati per sostenere Black Lives Matter prima della partita contro l’Ungheria a Budapest, sono solo una piccola parte della follia dei tifosi andata in scena alla Puskas Arena. “Parlerò con i miei compagni, denunceremo tutto all’Uefa” ha detto il capitano inglese, Harry Kane, in un match che la nazionale di Southgate ha vinto 4-0 (quarta vittoria su quattro nelle qualificazioni mondiali) ma che è destinato ad avere strascichi.

Razzismo

—  

L’Ungheria dovrebbe giocare tre partite a porte chiuse dopo che l’Uefa ha ritenuto i suoi tifosi colpevoli di condotta discriminatoria durante Euro 2020. Solo che il match con l’Inghilterra, essendo di qualificazione mondiale, è tecnicamente organizzato dalla Fifa, che ha permesso quindi la presenza di 67.000 persone all’arena di Budapest. I fan locali hanno cominciato a farsi sentire fin dal riscaldamento degli avversari: il primo ad essere bersagliato è stato Jude Bellingham. Poi sono arrivati fischi e ululati quando i giocatori inglesi si sono inginocchiati. Raheem Sterling si è visto lanciare contro bicchieri di carta e bottigliette d’acqua quando ha segnato il gol dell’1-0 e dopo il 3-0 di Harry Maguire in campo sono arrivati anche i fumogeni. Oltre ad un contenitore pieno di un liquido che Jack Grealish ha raccolto e bevuto, sfidando l’ira dei fan di Budapest. Quando, a fine partita, Southgate stava parlando con Bbc Radio, i tifosi ungheresi gli hanno lanciato contro cubetti di ghiaccio.

Le reazioni

—  

“Durante la partita non mi sono reso conto di nulla – ha detto Southgate -. Sapevamo che la decisione di inginocchiarci avrebbe avuto reazioni avverse, ma noi riteniamo che sia la cosa giusta da fare. Una reazione di quel genere però è inaccettabile”. Nemmeno il difensore John Stones ha detto di aver sentito i cori: “Mi sono stati riferiti e penso sia triste che succedano cose del genere – ha raccontato -. Spero vengano presi provvedimenti. Noi continueremo a combattere per quello in cui crediamo e per quello che riteniamo giusto”.

Precedente UFFICIALE: Fenerbahçe, per l'attacco ecco il tedesco Mergim Berisha Successivo Italia-Bulgaria, le pagelle: Chiesa è indispensabile, 7. Florenzi fatica: 5

Lascia un commento