Ranieri: “Il Milan non è solo Ibra. Felice per Pioli, ma la Samp non starà a guardare”

Le dichiarazioni del tecnico blucerchiato in vista del lunch match di domani contro il Milan di Pioli

In vista del match con il Milan, il tecnico blucerchiato ha rilasciato le dichiarazioni pregara sottolineando gli aspetti più importanti da attenzionare. Il mister nel dettaglio ha analizzato il momento legato alle convocazioni delle nazionali ma anche l’avversario, le statistiche ed il buon momento vissuto dai suoi.

“E’ logico che quando ci sono le nazionali di mezzo è sempre un problema. Adesso abbiamo anche paura per via del covid. Per fortuna nessuno è risultato positivo. Le nazionali hanno una doppia lama, ti portano via i ragazzi per diversi giorni ma allo stesso tempo stimolano i giocatori che tornano super carichi. Non ci sarà Ekdal a causa dell’infortunio, che non appare grave. Domani giocherà Silva al suo posto che è diventato uno dei punti di forza.

Milan, Sampdoria e Napoli sono le tre squadre che hanno fatto più punti rispetto all’anno scorso, segno che abbiamo lavorato bene. Sono contento per Pioli, è stato un mio giocatore e gli auguro il meglio. Domani però voglio vedere una Samp gagliarda, tenace e resiliente che cerca di fare il suo meglio. Il mio obiettivo è fare meglio dell’anno scorso, dobbiamo puntare ai 52 punti, non è impossibile.

Il Milan è un avversario importante come quelle squadre che stanno dietro e che lottano per l’Europa. Il Milan però non è solo Ibrahimovic, lui è un grande campione che sta facendo capire che cosa è il calcio ovvero sacrificio, passione allenamenti seri, un campione a tutto tondo ma la squadra, quando  non c’è, gioca con una spinta in più. E’ un giocatore che stimola i compagni di squadra.

Le statistiche cambiano, è difficile concentrarsi su queste, noi l’anno scorso non riuscivamo a fare gol nei primi tempi, il Milan vince di più fuori casa che dentro, comunque non credo ci sia una correlazione tattica. Domani mi aspetto una gara difficile proprio perchè loro vorranno accorciare sull’Inter ma noi non staremo a guardare. Abbiamo fatto degli ottimi allenamenti, la squadra ha risposto bene”.

Precedente McKennie, Dybala e Arthur non convocati per il derby: Pirlo conferma la linea dura della Juventus Successivo Lo "spareggio" salvezza è del Cosenza: Tremolada e Kone rimontano l'Ascoli

Lascia un commento