Raiola non ci sta: “Che fastidio i pregiudizi, non sono un parassita. Su Ibra…”

MILANO -Intervistato dalla BBC Mino Raiola ha risposto al preconcetto, sottolineato spesso dai tifosi del l’avidità. Ecco le sue parole: “Non bello sentire sempre i soliti pregiudizi. Il pubblico potrebbe anche chiedersi: “Perché se questo uomo è così avido, i suoi giocatori sono tutti felici e restano con lui?”. Mentirei se dicessi che questa cosa non mi dà fastidio. Come puoi giudicare se sono stato un buon agente per Ibrahimovic? L’unico che può giudicare è Ibra stesso. Non ho potere e influenza, il mio ruolo è ottenere il miglior accordo per un mio giocatore. Non più di questo. Fare questo significa assicurargli una serie di servizi che la gente non conosce. I miei giocatori non mi chiamano parassita e sanno come lavoro. Mi interessa solo come mi chiamano i miei calciatori”.

Mino Raiola e Zlatan Ibrahimovic
Mino Raiola e Zlatan Ibrahimovic

Il rinnovo di Ibrahimovic e Donnarumma 

Mino Raiola spesso è stato attaccato dalla tifoseria rossonera di essere avido e attaccato ai soldi. Il caso più eclatante riguarda il rinnovo di Gigio Donnarumma. Era un altro Milan, con un altro proprietario (Mister Li) e altri dirigenti (Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli). L’ex d.s. litigò con il super agente che, per il suo assistito, chiedeva una cifra intorno 7 milioni a stagione. Alla fine arrivò la fumata bianca merito anche dell’intervento di Fassone che riuscì nell’impresa di “far accontentare” il portiere ai solo 6 milioni a stagione. Ora con il contratto in scadenza a giugno 2021, Mino chiede 10 milioni di ingaggio per Donnarumma facendo leva che molti club sarebbero pronti ad accontentare le sue richieste. Secondo todofichajes, ad esempio, il Manchester United avrebbe già trovato un accordo per ingaggiare a parametro zero Gigio Donnarumma offrendo 10 milioni di euro a stagione.
Discorso diverso invece per Zlatan Ibrahimovic. Nelle ultime settimane, a Casa Milan, si è discussa la permanenza del campione di Malmoe anche per la prossima stagione. Lo svedese, che  al momento guadagna 7 milioni di euro ed è il giocatore più pagato della rosa rossonera, scioglierà le riserve a fine stagione.
Gigio Donnarumma, 21enne portiere del Milan, e Zlatan Ibrahimovic, 39enne attaccante rossonero
Gigio Donnarumma, 21enne portiere del Milan, e Zlatan Ibrahimovic, 39enne attaccante rossonero

<!–

–> <!–

–>

Precedente Atalanta, Gasperini: "Real? In Champions si trasforma, ma c'è fiducia" Successivo Fiammetta La Guidara è morta/ Lutto nel mondo del giornalismo sportivo e di Formula 1

Lascia un commento