Quando Mourinho andava a Trigoria con la Vespa Special

Lo scooter Piaggio è diventato l’emblema del rapporto viscerale tra il tecnico portoghese e la piazza. Un amore vissuto tra i video ironici a Trigoria, le vittorie e le recenti delusioni

Federico Mariani

16 gennaio 2024 (modifica il 17 gennaio 2024 | 00:02) – MILANO

Non si può dire che tra José Mourinho e la Roma non ci sia stato amore vero. Un rapporto viscerale tra l’allenatore portoghese e il popolo giallorosso, simboleggiato anche da un veicolo iconico: la Vespa 50 Special. Il celebre motorino creato e prodotto da Piaggio tra il 1969 e il 1982 richiama il soprannome dell’ex tecnico, ovvero “Special One”, creando così un facile collegamento. L’idea è venuta all’artista Harry Greb nel maggio 2021, a pochi giorni dalla presentazione ufficiale di Mourinho: nel quartiere romano di Testaccio ha raffigurato José in sella a una Vespa, con tanto di scritta “Specialone” ben in vista. Un tema apprezzato dallo stesso tecnico, come dimostrava il like su Instagram alla foto postata.

divertimento

—  

Mourinho, infatti, ha trasformato la Vespa in un simbolo della sua avventura romana. Si è fatto immortalare mentre guidava proprio una Special a Trigoria, il centro di allenamento del club giallorosso. José si è divertito in sella al cinquantino dotato di quattro marce e ha ripetuto la scena nel Capodanno 2022, come dimostra un’immagine diffusa sul proprio account Instagram. Il preludio alla stagione che lo ha reso davvero speciale agli occhi dei tifosi romanisti, grazie alla conquista della Conference League vinta contro il Feyenoord. La prima delle due finali continentali: nella seconda occasione, la sua Roma si è arresa al Siviglia dopo i calci di rigore nel 2023.

dispetto

—  

Se l’esperienza di Mourinho alla Roma è stata contraddistinta da alti e bassi, vale lo stesso per il celebre murales che lo raffigura in sella alla Vespa. Infatti, a distanza di un mese dalla sua creazione, i tifosi della Lazio hanno rovinato il disegno, inserendovi il volto del loro allenatore, Maurizio Sarri, intento a fumare sopra al collega romanista. Il fumo intenso oscurava così la testa del portoghese. Uno sgarro a cui è stato posto parzialmente rimedio, riportando alla luce il viso di Mourinho. Un botta e risposta degno di un derby senza fine.

Precedente Rinforzi e ritorni, garanzia Giroud, aspettando Leao: Milan, sogni scudetto. Il Diavolo ci crede Successivo Sacchi: "Milan, non pensare a Inter e Juve... Che bravo Adli da regista"