Qatar 2022, Svizzera-Irlanda del Nord: ospiti ancora in corsa ma costretti a vincere

I padroni di casa inseguono l’Italia a -6, ma con due gare in meno da giocare in casa. Irlanda del Nord terza in classifica e obbligata a prendersi i tre punti

Gli occhi dell’Italia sono puntati verso la Svizzera. Sabato 9 ottobre la nazionale di Petkovic scende in campo contro l’Irlanda del Nord per la quinta sfida del gruppo C. Prosegue il cammino verso Qatar 2022. La gara è in programma allo stadio di Ginevra: fischio d’inizio alle 20.45. Gli elvetici inseguono gli uomini di Mancini nel girone. Sei i punti che dividono le due nazionali in classifica, ma Freuler e compagni hanno due partite in meno. Le giocheranno entrambe in questa pausa. Ottenendo due vittorie, la Svizzera aggancerebbe gli azzurri in vetta a 14. Lo scontro diretto è previsto il 12 novembre all’Olimpico.

ULTIMI RISULTATI

—  

La Svizzera arriva da due pareggi senza reti: 0-0 contro Italia e Irlanda del Nord. Via alle gare di ritorno del girone e dopo un mese gli elvetici ritrovano la nazionale di Baraclough. Gli avversari sono ancora in corsa per un posto al Mondiale. Terzi in classifica con cinque punti proveranno a ostacolare il cammino della squadra di Petkovic. Oltre all’ultima sfida, l’Irlanda del Nord ha superato la Lituania 4-1 e in amichevole ha conquistato un buon successo per 1-0 contro l’Estonia. In cinque gare ha totalizzato una vittoria, due pareggi e una sconfitta.

I PRECEDENTI

—  

Sette le sfide totali tra Svizzera e Irlanda del Nord. Il bilancio è in perfetta parità: due successi per parte e tre pari. Così come la gara disputata lo scorso 8 settembre, anche nell’ultima sfida del 2017 il risultato è stato di 0-0. Le due nazionali si erano affrontate negli spareggi per il Mondiale di Russia. A guadagnarsi la qualificazione furono gli elvetici grazie all’1-0 dell’andata: decisivo il gol di Ricardo Rodriguez. Oggi da avversarie nel gruppo C si contendono un posto alla prossima rassegna iridata. La squadra di Petkovic vuole i tre punti per mettere pressione all’Italia, gli uomini di Baraclough non cederanno facilmente. In classifica tutto può ancora cambiare. Gli azzurri osservano e aspettano lo scontro diretto con la Svizzera tra poco più di un mese.

Precedente Quelli scarsi, meno famosi e... il rapper: tutti i “fratelli di” che non ce l’hanno fatta Successivo Inter, Lautaro scalda motore e penna: via al tour de force e rinnovo entro fine mese

Lascia un commento