Qatar 2022, l’Argentina sfida il Perù: obiettivo, blindare il secondo posto

Sono 39 le sfide disputate tra le due squadre, con 25 vittorie per la Selección, reduce dal 3-0 contro l’Uruguay. La Blanquirroja, che non vince contro l’Argentina dal ’97, cerca punti preziosi per riaprire il discorso qualificazione

Dodicesima giornata di qualificazioni per Qatar 2022, l’Argentina sfida il Perù al Monumental. La gara è in programma nella notte italiana tra il 14 e il 15 ottobre, all’1.30. La Selección è reduce da un ottimo 3-0 contro l’Uruguay: in gol Messi, De Paul e Lautaro Martinez. Prima ancora, il pareggio senza reti con il Paraguay. Il secondo posto nel girone sudamericano è quasi una garanzia per la squadra di Scaloni: 22 i punti raccolti in dieci gare. Il Perù è fermo a 11 conquistati in altrettante partite. Sconfitto dalla Bolivia nell’ultimo incontro e vittorioso contro il Cile 2-0: a segno Cueva e Pena.

ULTIMI RISULTATI

—  

Nel girone sudamericano conquistano l’accesso diretto al Mondiale le prime quattro. La quinta disputa gli spareggi. L’Argentina è a +6 dalla terza piazza, ma il cammino delle qualificazioni è ancora lungo. Recuperare terreno è la missione del Perù (tre vittorie, due pari e sei sconfitte finora). L’ultimo posto utile per il Qatar è occupato dalla Colombia distante quattro lunghezze. Un obiettivo, aritmeticamente parlando, ancora possibile.

I PRECEDENTI

—  

Sono 39 le sfide già disputate tra Argentina e Perù. Le statistiche parlano chiaro: 25 le vittorie della Selección, soltanto 5 i successi dei biancorossi. Appena 9 i pareggi. Nella gara d’andata del girone, lo scorso 18 novembre, la nazionale di Scaloni si è imposta 2-0 con le reti di Nicolas Gonzalez e Lautaro. L’ultimo successo della Blanquirroja risale addirittura a 24 anni fa, nei quarti di finale di Coppa America ’97. L’arbitro è Byron Moreno, finisce 2-1 per il Perù: segnano Eddy Carazas e Martin Hidalgo. Gallardo sbaglia un rigore, realizza l’unica rete dell’Argentina e poi si fa espellere. Difficile immaginare che la squadra allenata da Gareca possa ribaltare il pronostico e conquistare i tre punti. In attacco potrebbe esserci spazio per Lapadula, ancora a secco in questa parentesi di ottobre. Gli uomini di Scaloni sono ancora imbattuti. Il Perù è il prossimo ostacolo.

Precedente Inter: Dzeko e poi? Inzaghi ha tre alternative in vista della Lazio Successivo Pogba prova da leader: trapelato il discorso in finale alla Francia

Lascia un commento