Pronostico Atalanta-Salernitana, una “tricombo” da provare

La 35ª giornata di Serie A si chiude con una partita sulla carta divertente. L’Atalanta di Gasperini vuole restare attaccata al treno che porta all’Europa mentre la Salernitana di Nicola, caricata a mille da tre vittorie di fila, vuole continuare a spingere per un obiettivo vitale come la permanenza in Serie A. Tanto per iniziare, i campani non hanno ancora mai pareggiato 0-0

Posticipo di Serie A Atalanta-Salernitana, fai il tuo pronostico

Atalanta vincente e… scopri l’esito consigliato

Per le quote sembrerebbe un match dall’esito scontato ma il segno 1 preso singolarmente non è certo la scelta più conveniente.

C’è da dire che nerazzurri in Serie A hanno vinto solo 4 volte su 17 al Gewiss e di clean sheet nerazzurri, sempre versione Bergamo, se ne contano soltanto cinque.

La Salernitana sta cercando la grande impresa salvezza spinta dall’energia di Davide Nicola, uno che di miracoli sportivi se ne intende. Negli ultimi tre match la sua squadra ha vinto sempre con un gol di scarto. Colpendo l’avversario nei minuti iniziali (contro la Samp) oppure sferrando il colpo decisivo sul tramonto di partita (Fiorentina e soprattutto Udinese). In più, c’è un “bonus” da sfruttare ovvero il recupero contro il Venezia.

Osservando i dati relativi alle 17 gare interne dell’Atalanta e alle 17 trasferte della Salernitana si può ricavare un complessivo “23”: 12 uscite dell’Over 2,5 per la Dea più 11, dello stesso esito, per quanto riguarda l’undici campano. Occhio, in questa sfida a giocarsi “qualcosa” non è solo la squadra ospite: l’Atalanta è in corsa per un posto in Europa e con 61 reti all’attivo ha le carte in regola per far male a qualsiasi difesa.

Ipotizzando un match divertente la scelta cade su una “Tricombo”: 1+Goal+Over 2,5. Non male la quota assegnata a questa opzione, pari circa a 2.70 volte la posta.

Precedente Juve, ci pensa Bonucci: compleanno e doppietta, Venezia al tappeto Successivo Milan, presente e futuro: è la capolista più giovane dell'ultimo decennio

Lascia un commento