Primavera, Torino ko con Napoli: granata raggiunti dalla Spal che ne fa 5 al Lecce

TORINO – Nella nona giornata del campionato Primavera il Torino cade in casa con il Napoli e viene raggiunto dalla Spal a quota 14 punti in classifica: gli estensi rifilano 5 gol al Lecce al Via del Mare.

Torino-Napoli 1-2

All’occasione granata dopo 2’, con Idasiak che neutralizza la conclusione di Baeten, fa da contraltare la risposta partenopea al 6’, con Cioffi che impegna Milan di testa. Ma passa solo un minuto prima che il portiere granata commetta un errore sulla conclusione di Barba, lasciando ad Hysaj la possibilità di portare in vantaggio gli ospiti. La risposta del Torino è immediata: al 14’ Angori ci prova dalla distanza ma trova la traversa prima che la palla venga messa in angolo dalla difesa. Sugli sviluppi del corner arriva la deviazione ravvicinata di Baeten che rimette in equilibrio il punteggio. Al 38’ Angori ci prova di nuovo ma stavolta, con Idasiak battuto, è Costanzo a salvare il Napoli con una deviazione proprio sulla linea prima di lasciare il campo per infortunio. Nella ripresa il Torino parte forte, ma è il Napoli a trovare il nuovo vantggio al 15’: Cioffi di testa colpisce la traversa, e sulla ribattuta Ambrosino è il più rapido ad avventarsi sul pallone insaccando l’1-2. L’’occasione migliore per pareggiare il Torino la trova ad un minuto dal termine, ma il colpo di testa di Baeten finisce di poco a lato.

Lecce-Spal 1-5

Pronti-via e il Lecce è già in vantaggio: Brunete prende palla a centrocampo e serve Salomaa, il cui cross per Mommo è perfetto e ben sfruttato dal compagno. Il pareggio estense arriva al 13’ grazie alla conclusione dalla distanza di De Milato che non lascia scampo a Borbei. Altro botta e risposta tra le due squadre a cavallo della mezz’ora: prima sono i padroni di casa a chiamare in causa Rigon, bravo a chiudere sulla conclusione di Mommo. Poi gli ospiti, al 31’, trovano il vantaggio con Saiani che serve a Campagna un grande assist che non può essere sprecato. Tre minuti più tardi la Spal conquista un calcio di rigore su una uscita sbagliata di Borbei: Pinotti dal dischetto rimane freddo ed insacca il 3-1 per gli ospiti. Il poker estense arriva al 6’ della ripresa, con una ripartenza fulminea dei ragazzi di Piccareta conclusa a due passi dalla porta da D’Andrea. Al minuto undici gara definitivamente sigillata dalla Spal con la quinta rete messa a segno da Pinotti dopo una respinta corta di Borbei. Il Lecce prova con poca convinzione a rendersi pericoloso, ma il risultato rimane inchiodato sull’1-5 fino al triplice fischio dell’arbitro.

Precedente Bologna-Venezia, le pagelle: Okereke decisivo, 7. Dominguez comanda, 6,5 Successivo Empoli, contro l'Hellas Verona per sfatare il tabù post-sosta

Lascia un commento