Primavera, l’Atalanta si rilancia verso il play off: 4-1 al Bologna

BERGAMO – Vittoria preziosa in chiave play off per l’Atalanta, che batte 4-1 il Bologna nella gara della ventunesima giornata del campionato Primavera. Nella prima frazione a bersaglio per i nerazzurri Rosa e Cortinovis, inframezzati dall’1-1 di Vergani. Nella ripresa i rossoblù falliscono un rigore con Farinelli (palo) e, passata la paura, l’Atalanta chiude i conti con Oliveri e Scalvini. Atalanta che sale a 31, zona pericolo per il Bologna, fermo a 22. 

Rosa e Cortinovis nel primo tempo

Comincia subito meglio l’Atalanta che si fa vedere in avanti già al 6′ con il cross di Olivieri per Gyabuaa, anticipato in corner. Ma lo stesso attaccante nerazzurro si rifà quasi subito, al 9′, mettendo il pallone sulla testa di Rosa, bravo a mandarla nell’angolino basso dove Molla non può arrivare: 1-0 Atalanta. Il Bologna prova a reagire dopo 2′ con il destro dal limite di Rabbi, che però spara alto. Al 14′ i nerazzurri perdono Zuccon per infortunio, dentro Giovane. E al 24′ il Bologna riacciuffa il pari con un gran gol realizzato da Vergani con un perfetto inserimento e colpo di testa a centro area: è 1-1. Ma la giostra non si ferma, perchè l’Atalanta torna avanti al 36′: è Cortinovis a firmare il 2-1 con un mancino a giro appena dentro l’area che non lascia scampo a Molla, nerazzurri sul 2-1. Si chiude così, con i bergamaschi in vantaggio, un divertente primo tempo.

Oliveri e Scalvini nella ripresa

Nella ripresa, Atalanta subito a caccia della sicurezza. Al 7′ i nerazzurri sfiorano la terza rete con Oliveri che ci prova dalla distanza: molla devia quel tanto che basta per indirizzare la traiettoria sul palo. All’11’ rete annullata all’Atalanta per offside di Scannagatta. Al 21′ però il Bologna potrebbe riportare il punteggio in parità: fallo di Sidibe in area, calcio di rigore per i rossoblù. Ad incaricarsene è Farinelli ma la sua conclusione, a Dajcar battuto, si stampa sul palo. Al 26′ arriva il tris: botta di Oliveri dalla distanza che sorprende Molla, 3-1. Il sipario cala al 36′ quando, sugli sviluppi di un calcio d’angolo Scalvini trova il corridoio vincente, 4-1.

Precedente Guardiola vede la finale: "Obiettivo storico. Mbappè? Ci sarà ed è meglio così" Successivo Primavera, Atalanta-Bologna 4-1: a Zauri non basta Vergani

Lascia un commento