Primavera, il Torino perde ancora 0-4: l’Atalanta vola con Italeng

BERGAMO – L’Atalanta Primavera di Brambilla strapazza il Torino e si allontana dalla parte calda della classifica. Male i piemontesi, penultimi e al secondo 4-0 consecutivo.

Si legge Italeng, si scrive gol: doppietta in 21 minuti

In un campo reso pesante dalla pioggia, la prima chance interessante capita sui piedi di Vianni: la punta granata, servita in area, svirgola il tiro. La sfida è equilibrata, con tanti duelli a centrocampo e poche azioni interessanti in attacco. Il match subisce una svolta a favore dell’Atalanta poco prima del quarto d’ora: Kobacki pesca Italeng in verticale, il giovane africano scappa via a due marcatori e buca Sava con un tiro a incrociare. Il Torino risponde con uno scambio tra Vianni e Horvath al limite dell’area: l’italiano conclude dal limite dell’area impegnando Gelmi, costretto a parare in due tempi. Ma l’Atalanta ha preso fiducia e piazza il raddoppio al 21′: Ghislandi crossa per Sidibe in area, l’ivoriano fa sponda per Italeng, ancora lui, che in girata fa doppietta. L’Atalanta ha ormai le redini del gioco, e per poco non realizza il terzo gol con Gyabuaa, bravo a smarcarsi ma poco preciso al momento del tiro. Il Toro non demorde però, chiudendo il primo tempo all’attacco: Horvath in percussione centrale costringe Gelmi a una difficile parata in tuffo.

Italeng chiude i conti. Ghislandi, slalom alla Tomba

Inizia la ripresa e Sidibè per gli orobici sfiora il gol a portiere battuto. Nei granata, Cottafava richiama in panchina Horvath per Oviszach. Il Torino soffre il giro di palla nerazzurro e capitola al 69′, quando Panada mette sulla testa di Italeng un assist perfetto su punizione e lo scatenato attaccante fa 3-0. Il Torino maledice il palo pochi minuti dopo; Vianni, smarcato dopo il suggerimento di Favale, centra il legno e non riesce a riaprire la partita. A due minuti dalla fine, il sigillo finale sulla partita lo mette Ghislandi, che impreziosisce uno slalom eccezionale nel modo migliore.

Precedente Champions, caso diplomatico risolto: Lipsia-Liverpool si giocherà a Budapest Successivo Benevento-Sampdoria 1-1: Caprari e Keita, per Inzaghi e Ranieri un punto a testa

Lascia un commento