Premier League: Liverpool in vetta, il Manchester City resta in scia

LONDRA (Inghilterra) – Il Liverpool resta in vetta mantenendo cinque punti di vantaggio sul Manchester City. La squadra di Guardiola tiene il passo (ha una partita in meno ndr) e batte il Burnley senza affanni, ma la formazione di Klopp, chiamata a sfidare il Chelsea, vince il confronto senza affanni. Giornata propizia anche per il Tottenham che sconfigge il Brentford agganciando il quarto posto che al momento vale un posto in Champions League.

Liverpool, poker al Chelsea

Ad Anfield il Liverpool si impone in maniera netta contro un Chelsea evanescente e continua la propria corsa in solitaria. Quattro gol e quattro pali colpiti (tutti da Nunez!) e un dominio quasi assoluto. In avvio i londinesi reclamano un rigore per un contatto in area tra Gallagher e Van Dijk, ma per l’arbitro è tutto regolare. Il primo squillo del Liverpool è affidato a una conclusione dalla distanza di Nunez che accarezza la traversa. Poco dopo l’attaccante uruguagio ci prova ancora con un destro in diagonale che non trova lo specchio della porta. Il Liverpool spinge, e Nunez torna a minacciare il potere del Chelsea con un sinistro in diagonale che ristampa sul palo dopo il tocco decisivo del portiere Petrovic. Il Liverpool passa al 23’ dopo un’incursione del portoghese Diogo Jota che si incunea in area saltando due avversari prima di infilare Petrovic con un sinistro ravvicinato. Al 39’ Bradley raddoppia dopo un destro in diagonale che non lascia scampo a Petrovic. Prima dell’intervallo il Liverpool fallisce il colpo del ko con Nunez che fallisce un rigore assegnato per un fallo commesso ai danni di Diogo Jota. Nella ripresa il Liverpool – al 65’ – trova il terzo gol con un colpo di testa dell’ungherese Szoboszlai. Il Chelsea accorcia le distanze a venti minuti dal termine con un sinistro in diagonale di Nkunku, ma il Liverpool segna ancora con il colombiano Luis Diaz. E ad Anfield inizia la festa.

Liverpool-Chelsea 4-1, tabellino e statistiche

Tris del Manchester City al Burnley

Il Manchester City tiene il passo del Liverpool e resta in scia dei Reds. Alla squadra di Pep Guardiola bastano ventidue minuti per mettere in cassaforte il risultato grazie alla doppietta di Julian Alvarez. L’argentino festeggia al meglio il suo ventiquattresimo compleanno, prima incornando un cross dalla destra di Nunes, poi capitalizzando un assist di De Bruyne. In avvio di ripresa Rodri mette il sigillo alla partita piazzando un destro nell’angolino dopo un assist invitante di Foden. Nel recupero il belga Al Dakhil accorcia le distanze quando il City ha già i tre punti in tasca.

Manchester City-Burnley 3-1, tabellino e statistiche


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Mainz, rinforzo dal Bayer Leverkusen: arriva l'ex Genoa Amiri Successivo Liga, l'Atletico Madrid batte il Rayo Vallecano: decide Depay nel recupero

Lascia un commento