Prandelli: “Sono deluso, c’è tantissimo da fare. Borja non gioca da agosto. E Ribery…”

Ai microfoni di Sky Sport, il tecnico viola Cesare Prandelli ha commentato il suo ritorno sulla panchina viola:

Le emozioni che ho provato non hanno importanza. Devo capire alcune cose, c’è da lavorare veramente tanto e sono molto deluso. La squadra alla prima difficoltà diventa chiusa, interpreta la partita singolarmente, le emozioni sno state forti ma c’è solo da lavorare. Mancanza di fame? Non penso, le aspettative sono alte per tanti giocatori, per reggerle devi avere personalità e capacità di prendere l’iniziativa. La cosa che mi preoccupa di più è la fragilità, non è un problema di sistema di gioco ma la squadra si è persa a livello mentale e di ordine alla prima difficoltà. Poco tempo per lavorare? Dobbiamo diventare gruppo, unione di pensieri, altrimenti ognuno pensa a sé stesso e se non c’è spirito di squadra è complicatissimo. Ci saranno discussioni aperte e sincere, i giocatori si sono resi conto di questa difficoltà e lavoreremo su questo aspetto. Ribery e Bonaventura? Jack aveva dato disponibilità ma abbiamo dovuto cambiare nel riscaldamento. Borja è da agosto che non gioca una partita e non ha i 90 minuti. Franck ha avuto un risentimento al flessore, aggiungiamo difficoltà alle difficoltà perché Ribery è un riferimento per tutti e la sua assenza è un aggravante.

PRANDELLI, DEBUTTO BIS DA HORROR. MALE QUASI TUTTI

Prandelli
GERMOGLI PH: 22 NOVEMBRE 2020 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI SERIE A FIORENTINA VS BENEVENTO NELLA FOTO MISTER CESARE PRANDELLI

<!–

–> <!–

–>

Precedente Fonseca: "Possiamo fare di più. Micki è un esempio. Su Pinto, in Portogallo si dice..." Successivo Haaland, il marziano che normalizza l’impossibile: quanto vale oggi?

Lascia un commento