Portogallo-Serbia vale il girone. Lusitani mai sconfitti nei precedenti

Scontro al vertice nel gruppo A all’ultima giornata, con le due squadre appaiate in vetta alla classifica: a Ronaldo e compagni basta anche il pareggio in virtù della differenza reti

Il pareggio del Portogallo contro l’Irlanda, di fatto, non cambia le cose. Ma l’ ultimo turno nel gruppo A verso Qatar ’22 è, a maggior ragione, tutto da vivere. Cristiano Ronaldo e compagni sono sempre in vetta al girone, ma con gli stessi punti della Serbia (17): le due nazionali si affronteranno nello scontro diretto che chiude il girone, nel match in programma domenica alle 20.45 al Da Luz di Lisbona. Ci si gioca il primo posto: chi arriva secondo dovrà passare dai temibili playoff. Ma ai lusitani va comunque bene anche il pareggio, dal momento che hanno una migliore differenza reti (+12 contro +8): la nazionale allenata da Dragan Stojković deve comunque andare a vincere in Portogallo.

I risultati

—  

Se il pareggio portoghese sul campo dell’Irlanda (0-0) non cambia di fatto le cose (la Serbia avrebbe comunque dovuto vincere all’ultima giornata), è però vero che il segnale è positivo per Milinkovic-Savic e compagni: sognare si può. Anche perché all’andata, il 27 marzo scorso, le due squadre si sono di fatto annullate: 2-2 con la Serbia in grado di rimontare due reti, dopo il doppio vantaggio del Portogallo nel primo tempo con la doppietta di Diogo Jota. La formazione di Stojkovic ha scaldato il motore con l’amichevole giocata contro il Qatar: netto 4-0. L’ultima partita di qualificazione ai Mondiali era stata quella dello scorso 12 ottobre: 3-1 in casa contro l’Azerbaigian grazie alla doppietta di Dusan Vlahovic e al gol di Tadic.

I precedenti

—  

Il Portogallo non ha mai perso nella sua storia contro la Serbia. Le due nazionali si sono affrontate sette volte: il bilancio è di tre successi dei lusitani e di quattro pareggi. Prima di questa edizione delle qualificazioni ai Mondiali, tra le due squadre c’erano state solamente sfide nelle qualificazioni agli Europei: due nel 2007, due nel 2015 e due nel 2019. L’ultima partita giocata in casa del Portogallo è terminata 1-1, il 25 marzo 2019: vantaggio serbo con Dusan Tadic e pareggio di Danilo Pereira, tutto nel primo tempo. I precedenti dicono Portogallo: alla Serbia servirà il primo, storico successo contro i lusitani per strappare il pass diretto per i prossimi Mondiali.

Precedente L'inter e la trappola della sosta Successivo Italia-Svizzera: dove vederla in tv e in streaming

Lascia un commento