Portieri Juve, la strategia di Giuntoli: può partire una rivoluzione

Szczesny e Perin, ma se per questo anche il mitico Pinsoglio, hanno il contratto in scadenza nel 2025. Il che significa che è arrivato il momento cruciale per decidere il futuro della porta della Juventus. Rinnovare i portieri attuali o provare una rivoluzione totale? Diciamo, innanzitutto, che Cristiano Giuntoli non ritiene di avere un problema in porta. Ha stima e fiducia sia di Szczesny che di Perin, quindi sarebbe per rinnovare entrambe i contratti. Certo, la nuova filosofia della Juventus sugli ingaggi fa sì che i 6,5 milioni netti che prende il portiere polacco non siano più assolutamente in linea con il budget bianconero. Quindi le trattative con Szczesny prenderanno quota solo di fronte a un sostanziale taglio dello stipendio.

Mercato Juve, la situazione portieri

Altrimenti? Altrimenti la Juventus potrebbe anche provare a cedere Szczesny in estate (difficile però trovare un acquirente che soddisfi il polacco) e avviare in anticipo la rivoluzione, magari prendendo proprio Marco Carnesecchi, nel mirino della Juventus da un po’ di tempo. E Perin? Il suo ingaggio non è particolarmente pesante e c’è grande fiducia in lui. Potrebbe comunque rimanere e giocarsi il posto con il giovane portiere dell’Atalanta, a meno che un’offerta per andare a fare il titolare fisso non gli faccia più gola, anche in chiave Nazionale. Saranno mesi in cui seguire molto da vicino i portieri bianconeri, fra grande riconferma e rivoluzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Vinicius jr in lacrime per il razzismo: la frase che allarma i tifosi Successivo Calciomercato, fatta per l’accordo: arriverà a luglio in Serie A

Lascia un commento