Pokerissimo d’assi in uscita: la Juve manda i suoi giovani a farsi le ossa

In via di definizione quattro uscite: Dragusin al Cagliari, Delli Carri alla Salernitana, Ranocchia al Vicenza, Fagioli alla Cremonese e Pellegrini in Premier. Chi sono e quante aspettative ci sono sul loro futuro

Le ultime ore di calciomercato saranno funzionali per definire la nuova destinazione di alcuni giovani della Juve che andranno a giocare altrove per farsi le ossa. L’idea di Cherubini è di far trovare maggiore spazio e continuità nell’immediato, al fine di ripresentarsi nel futuro con l’esperienza necessaria per diventare una reale soluzione in casa bianconera. Cinque i profili più interessanti che andranno tra Serie A, Serie B e probabilmente estero.

DRAGUSIN

—  

Il difensore classe 2002, già nella passata stagione aggregato in pianta stabile alla prima squadra, giocherà in Serie A con il Cagliari. Trattativa in via di definizione, dopo lo scambio dei documenti Radu partirà verso la Sardegna per cominciare la sua nuova esperienza. La Juve ha scelto di mandarlo a giocare così da non rallentare il suo percorso di crescita, dal momento che a Torino avrebbe conteso a Rugani il ruolo di quarta scelta in difesa.

DELLI CARRI

—  

Visite mediche con la Salernitana, dunque anche lui farà il salto in massima serie dopo due stagioni di esperienza in Under 23. Il classe 1999 sembrava a un passo dal Cittadella, poi è arrivata l’opportunità in A e così già nelle prossime ore sarà a disposizione di mister Fabrizio Castori. Filippo, che è cresciuto tanto nella sua parentesi bianconera con Pecchia prima e Zauli dopo, proverà a farsi spazio nel corso della stagione.

RANOCCHIA

—  

Tutto fatto col Vicenza, il club di B che più ha creduto di riuscire a portare a termine il prestito del classe 2001, particolarmente in luce nel pre campionato nella formazione di Allegri. Filippo è tra i giovani più interessanti nel panorama calcistico italiano, il passaggio in cadetteria può essere determinante per il definitivo salto di qualità nel futuro prossimo. Ha conquistato Max, anche in questo caso la cessione temporanea è un ulteriore investimento per il futuro.

FAGIOLI

—  

In attesa di destinazione anche Nicolò, un altro classe 2001 che si è preso gli elogi di Max Allegri in tempi non sospetti. Ore decisive per il suo passaggio alla Cremonese, dove ritroverebbe Fabio Pecchia che lo ha allenato due stagioni fa in seconda squadra, e dunque lo conosce bene. Per lui sarebbe anche un ritorno, in quanto la Juve lo pescò giovanissimo proprio dal club lombardo. Trattasi di una delle promesse del calcio italiano.

PELLEGRINI

—  

Tra quelli con le valigie in mano c’è anche Luca, che dopo due stagioni in prestito in Serie A (al Cagliari e al Genoa) potrebbe fare adesso un’esperienza all’estero: il West Ham si è fatto avanti, si valuta in queste ore la soluzione migliore. La pista italiana, invece, riporterebbe alla Sampdoria, dove Daniele Faggiano sarebbe pronto a rifare la stessa operazione della scorsa estate quando era il direttore sportivo del Genoa. A breve la decisione ultima.

Precedente Fiorentina, si cerca il colpo last minute: tentativo per Orsolini Successivo Kean e Allegri di nuovo in bianconero: ecco chi non ha resistito al ritorno alla Juve

Lascia un commento