Pogba, il giorno della verità: oggi il consulto decisivo a Lione, tre opzioni per Paul

Il centrocampista atteso in Francia da Sonnery-Cottet, il luminare che ha ricostruito il crociato anteriore di Ibra

I dubbi sul futuro di Paul Pogba, dopo l’infortunio al menisco rimediato negli Stati Uniti, dovrebbero sciogliersi oggi. Il francese è atteso a Lione per sottoporsi a un consulto con Bertrand Sonnery-Cottet, il luminare che ha operato Zlatan Ibrahimovic per ricostruire il legamento del crociato anteriore del ginocchio sinistro. Dopo il parere del medico, deciderà cosa fare con i medici della nazionale francese e ovviamente quelli della Juventus.

Le alternative

—  

La prima ipotesi, dopo la visita negli Usa, era di un’operazione di sutura: la rottura è in una zona del menisco molto vascolarizzata e quando c’è sangue in questi casi è necessario suturare. Un intervento risolutivo quasi al cento per cento, ma che ha tempi di recupero più lunghi della meniscectomia: dai 3 ai 5 mesi di stop, che significherebbe per il Polpo addio Qatar e ritorno in campo con la Juve nel 2023. Per questo Paul non si rassegna e considera anche l’asportazione in artroscopia del pezzetto di menisco (tempi più brevi, 40-60 giorni, ma risultati a lungo termine non sicuri) o persino un tentativo di terapia conservativa, rinviando l’intervento.

Precedente Lazio, Vecino firma autografi e svela la maglia: avrà la 5 di Escalante Successivo Amarcord Caicedo: quando si parla di Lazio ha ancora i brividi

Lascia un commento