Plusvalenze, procuratore della Figc chiede 9 punti di penalizzazione per la Juventus

Il procuratore della Figc, Giuseppe Chinè, ha chiesto 9 punti di penalizzazione per la Juventus alla corte della Figc chiamata a valutare la riapertura del processo sportivo per le plusvalenze, dopo la richiesta di revocazione della sentenza di archiviazione. Chinè ha anche chiesto 16 mesi di inibizione per Agnelli, 20 e 10 giorni per Paratici, 10 mesi per Cherubini, 12 mesi per tutti gli altri consiglieri.

Gli altri club

Il procuratore federale ha inoltre chiesto un’ammenda per gli altri club coinvolti, mantenendo immutate, rispetto al primo processo sulle plusvalenze, le richieste per le altre società coinvolte e per i dirigenti deferiti. Le difese dei club sono poi intervenute sull’ammissibilità della revocazione. Dunque ora la corte federale d’appello dovrà pronunciarsi sull’istanza di revoca della sentenza di assoluzione richiesta dalla procura decidendo se riaprire o meno il processo.

Precedente Ascoli, Bucchi: "Vogliamo ribaltare la situazione. Buchel fuori dal mercato. Dionisi? Felice" Successivo Antonio Di Gennario: “Il Micoren l’ho preso direttamente in campo. Al mio esordio in Serie A”

Lascia un commento