Playout Serie B, il Vicenza vince al 90′: Maggio stende il Cosenza

VICENZA – Il post season della Serie B parte con l’andata del palyout tra Vicenza e Cosenza. Il primo atto del Menti se lo porta a casa la formazione di Baldini che al 90′ riesce a sbloccare con una rete di Maggio in un match deciso anche da due interventi del Var che annulla un gol per parte. Il verdetto arriverà dunque nella sfida di ritorno al Marulla dove non varrà la regola dei gol in trasferta, ma in caso di risultato di parità nel doppio confronto si salveranno i lupi in virtù del miglior piazzamento in classifica durante la stagione.

Vicenza-Cosenza, tabellino e statistiche

Traversa di Cavion, il Var annulla su Caso

Nessuna modifica per Baldini rispetto all’undici vincente ad Alessandria: il centravanti è Diaw rifornito da Ranocchia e Da Cruz, spazio sulle fasce a due ex Serie A come Maggio e Lukaku. Bisoli riparte invece dal tandem Caso-Larrivey con qualche novità rispetto all’ultima vittoria contro il Cittadella con Camporese in difesa, Bittante sulla destra oltre a Kongolo in mezzo al campo. Subito problema per il Cosenza con Boultam che lamenta un infortunio muscolare, al suo posto entra Vallocchia. Al 27′ la prima vera occasione è dei padroni di casa con Cavion che raccoglie dal limite e spara la sfera verso la porta, la traversa salva Matosevic. Passano però tre minuti e ad andare in vantaggio sono gli ospiti: De Maio sbaglia uno stop a centrocampo che libera Caso, cavalcata di 30 metri e destro sul primo palo che non perdona Contini. I lupi festeggiano, ma interviene il Var che annulla: l’arbitro Maresca giudica in fuorigioco il numero 10 calabrese sul primo lancio di Matovesic. Prima dell’intervallo sono ancora i rossoblù a provarci con una mischia nell’area di rigore vicentina che si risolve solo con un calcio d’angolo.

Il Var ferma anche Diaw, Maggio timbra al 90′

Nella ripresa nessun cambio per i due tecnici e subito un’occasione per parte. Lo squillo del Cosenza è affidato al solito Caso con Contini reattivo, Diaw, per il Vicenza, sfiora l’incrocio dei pali dal vertice dell’area di rigore. Al 56′ è ancora il numero 10 a provarci, questa volta con il sinistro, ma la sfera esce di poco, Cavion risponde a tono impegnando Matosevic alla deviazione in angolo. Al 69′ si sblocca ancora una volta il match e il Vicenza passa in vantaggio: ripartenza rapida sull’out di sinistra per Lukaku che pesca Diaw in area di rigore, conclusione maldestra ma efficace per trovare l’1-0. Anche questa volta interviene il Var che individua il tocco di mano, in caduta, del numero 9 biancorosso: gol annullato e ancora 0-0. Dopo la delusione continua il forcing dei ragazzi di Baldini, ma Diaw prima e Meggiorini poi sono poco incisivi in area di rigore. Al 90′ arriva però la svolta per i biancorossi: magia di Dalmonte in area di rigore, tunnel e sinistro che batte sul palo, la sfera galleggia sulla linea ed è allora Maggio a ribadire in rete un gol pesantissimi. Nei 5′ di recupero sale la tensione con un accenno di rissa tra le due squadre e a ridosso del 100′ arriva il fischio finale che rinvia tutto alla sfida di ritorno del Marulla.

Precedente Ecco chi sono Ljubicic e Jurcevic, gli agenti di Perisic: l'incontro con l'Inter a fine campionato Successivo Ultimatum di Investcorp al Milan: i soldi ci sono, non ammissibile la gestione della trattativa di Elliott

Lascia un commento