Playout Serie B, il Cosenza cade a Vicenza: decide Maggio al 90′

VICENZA – Termina con una vittoria al 90′ l’andata del playout di Serie B tra Vicenza e Cosenza in un match dalle mille emozioni deciso da due interventi del Var, che annullano un gol per parte, e dal tap-in al 90′ dei biancorossi firmato da capitan Maggio. Una vittoria importante per i vicentini, ora i lupi in vista del ritorno del Marulla dovranno pareggiare o ribaltare il risultato (non vale la regola del gol fuori casa): in caso di parità nel doppio confronto si salveranno in virtù del miglior piazzamento in classifica durante la stagione.

Vicenza-Cosenza, tabellino e statistiche

Il Cosenza segna con Caso, il Var annulla

Nessuna modifica per Baldini rispetto all’undici vincente ad Alessandria: il centravanti è Diaw rifornito da Ranocchia e Da Cruz, spazio sulle fasce a due ex Serie A come Maggio e Lukaku. Bisoli riparte invece dal tandem Caso-Larrivey con qualche novità rispetto all’ultima vittoria contro il Cittadella con Camporese in difesa, Bittante sulla destra oltre a Kongolo in mezzo al campo. Subito problema per il Cosenza con Boultam che lamenta un infortunio muscolare, al suo posto entra Vallocchia. Al 27′ la prima vera occasione è dei padroni di casa con Cavion che raccoglie dal limite e spara la sfera verso la porta, la traversa salva Matosevic. Passano però tre minuti e ad andare in vantaggio sono gli ospiti: De Maio sbaglia uno stop a centrocampo che libera Caso, cavalcata di 30 metri e destro sul primo palo che non perdona Contini. I lupi festeggiano, ma interviene il Var che annulla: l’arbitro Maresca giudica in fuorigioco il numero 10 calabrese sul primo lancio di Matovesic. Prima dell’intervallo sono ancora i rossoblù a provarci con una mischia nell’area di rigore vicentina che si risolve solo con un calcio d’angolo.

Diaw fermato dal Var, decide Maggio al 90′

Nella ripresa nessun cambio per i due tecnici e subito un’occasione per parte. Lo squillo del Cosenza è affidato al solito Caso con Contini reattivo, Diaw, per il Vicenza, sfiora l’incrocio dei pali dal vertice dell’area di rigore. Al 56′ è ancora il numero 10 a provarci, questa volta con il sinistro, ma la sfera esce di poco, Cavion risponde a tono impegnando Matosevic alla deviazione in angolo. Al 69′ si sblocca ancora una volta il match e il Vicenza passa in vantaggio: ripartenza rapida sull’out di sinistra per Lukaku che pesca Diaw in area di rigore, conclusione maldestra ma efficace per trovare l’1-0. Anche questa volta interviene il Var che individua il tocco di mano, in caduta, del numero 9 biancorosso: gol annullato e ancora 0-0. Dopo la delusione continua il forcing dei ragazzi di Baldini, ma Diaw prima e Meggiorini poi sono poco incisivi in area di rigore. Al 90′ arriva però la svolta per i biancorossi: magia di Dalmonte in area di rigore, tunnel e sinistro che batte sul palo, la sfera galleggia sulla linea ed è allora Maggio a ribadire in rete un gol pesantissimo. Nei 5′ di recupero sale solo la tensione, ma non accade nulla. Il ritorno al Marulla sarà infuocato.

Precedente Serie C, playoff: Palermo avanti, eliminato il Foggia di Zeman Successivo Il Palermo e la Juve U23 ai quarti, flop Cesena. L'Entella fa fuori il Foggia

Lascia un commento