Pisa, panchina salva per Aquilani: cosa è successo a Cosenza

COSENZALa vecchia guardia del Pisa ha salvato il risultato e, molto probabilmente, anche la panchina del tecnico Alberto Aquilani. Il veterano Gaetano Masucci in rovesciata ha servito l’assist per Caracciolo che in pieno recupero ha rimesso le sorti in parità (51’ del secondo tempo). Il Cosenza ha accarezzato a lungo il sapore dolce della terza vittoria consecutiva, ma alla fine si è dovuto arrendere alla realtà e rinviare ad altra data quel definitivo salto di qualità che l’avrebbe spinto ai margini del perimetro playoff. E’ così prima del pari, da battuta d’angolo di Veloso, Micai si è superato respingendo un colpo di testa a botta sicura di Toure. Il Pisa con un uomo in meno per tutta la ripresa per un doppio giallo a Calabresi, si è guadagnato il punto grazie ad un finale in cui ha schiacciato il Cosenza nella propria area. I silani, dal canto loro, devono recitare il mea culpa per non essere riusciti a gestire la superiorità numerica, e per non avere chiuso la partita.

Cosenza-Pisa, l’uomo in più 

Paradossalmente l’uomo in più ha condizionato e non poco i padroni di casa. I cambi non hanno dato l’effetto sperato. L’unica nota positiva resta la continuità dei risultati, così come il nono gol in campionato di Gennaro Tutino. L’azione del vantaggio rossoblù è partita sulla sinistra con Frabotta che ha servito Mazzocchi in profondità. Assist a rimorchio per Tutino il cui diagonale è terminato in rete (16’ st). I pisani lamentano la mancata espulsione di Praszelik, già ammonito, cui Bonacina non ha sventolato il secondo giallo dopo un fallo su Marin. In apertura di ripresa Gyamfi ha sfiorato la palla con la mano in contrasto con Barbieri.

Cosenza-Pisa, rigore annullato

Rigore per l’arbitro Bonacina, non per Irrati al Var, subito revocato. Gli ingressi nel Pisa degli esperti Veloso prima e Masucci e Torregrossa dopo, hanno creato più di un problema alla retroguardia silana. Cosenza che dovrà gestire meglio alcune situazioni di gioco. Per il Pisa un punto pesante.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Ilary Blasi e Chanel Totti, nessuna crisi: sono ancora con Bastian e Cristian Babalus Successivo Lecce, la promessa di Krstovic: "Un giorno ti porterò in Europa"

Lascia un commento