Pirlo ritrova Bonucci (almeno in panchina). Milan, Kjaer titolare. Conte può rilanciare Vidal

La Juve non può schierare Arthur e Dybala contro il Napoli, mentre Gattuso pensa di virare sul 4-2-3-1. Lazio, Inzaghi lancia Correa per affiancare Immobile

13 febbraio – Milano

Dopo la due giorni dedicata alla Coppa Italia, che ha portato in finale Juventus e Atalanta, la serie A è pronta a tornare in campo per la ventiduesima giornata, la terza di ritorno. Dopo Bologna-Benevento di ieri, avremo un sabato con 3 partite in cui spicca Napoli-Juventus e una domenica con Inter-Lazio posticipo serale. Chiude il programma Verona-Parma di lunedì. Le ultime dai campi:

TORINO-GENOA (sabato, ore 15)

—  

Torino: vista l’indisponibilità di Sanabria, Belotti avrà accanto ancora Zaza. In difesa Nkoulou può tenere fuori Lyanco, conferma per Mandragora, Rincon e Lukic in mezzo.
Genoa: la squalifica di Badelj obbliga Ballardini a cambiare in mezzo, con Rovella in leggero vantaggio su Behrami. Pjaca, Shomurodov e Masiello sono tornati ad allenarsi ma sembrano destinati alla panchina (tranne il difensore, in vantaggio su Goldaniga), con la coppia d’attacco Destro-Scamacca.

NAPOLI-JUVENTUS (sabato, ore 18)

—  

Napoli: Gattuso sembra propenso a schierare il 4-2-3-1 spostando Insigne dietro la prima punta e con Lozano a sinistra. In difesa scelte obbligate, possibile nella ripresa vedere Fabian Ruiz in campo dopo un mese di assenza per Covid.

Juventus: modalità Napoli anche per Pirlo. Dybala non ce la fa: l’argentino sente ancora dolore e per precauzione resta fuori dai convocati. Dovrebbe tornare Morata dal 1’, mentre Arthur si ferma a causa di una calcificazione di natura post traumatica a livello della membrana interossea (sicuramente out anche contro il Porto). Possibile anche la presenza di Chiellini. Nonostante l’affaticamento, Bonucci è stato convocato. Niente da fare invece per Ramsey.

SPEZIA-MILAN (sabato, ore 20.45)

—  

Spezia: l’esperimento Agudelo falso nueve è andato molto bene col Sassuolo e potrebbe essere replicato. Fuori anche Terzi e Farias, in difesa spazio alla coppia centrale Erlic-Ismajli.
Milan: Kjaer recupera e Tomori va in panchina, spazio per Dalot complice la squalifica di Calabria. Recuperato anche Bennacer, Leao in ballottaggio con Rebic a sinistra con Calhanoglu che torna titolare.

ROMA-UDINESE (domenica, ore 12.30)

—  

Roma: difficile il recupero di Smalling, difesa con Mancini, Ibanez e Cristante. Pedro sarà convocato, El Shaarawy no. Pellegrini e Mkhitaryan agiranno alle spalle di uno tra Borja Mayoral (in vantaggio) e Dzeko.
Udinese: l’infortunio di Pereyra (out almeno 15 giorni) restringe le scelte di Gotti, che in mezzo affiancherà Walace e Arslan al rientrante De Paul. Davanti Llorente e Deulofeu, ballottaggio tra Bonifazi e Becao in difesa.

CAGLIARI-ATALANTA (domenica, ore 15)

—  

Cagliari: Lavoro personalizzato per Lykogiannis, alle prese con la botta al ginocchio incassata contro la Lazio. Dovrebbe farcela ma c’è pronto Asamoah. Per il resto pochi dubbi rispetto all’Olimpico. Duncan e Deiola spingono per recuperare così come Sottil e Ceppitelli ma saranno decisivi i prossimi allenamenti. Da domani squadra in ritiro.
Atalanta: festeggiata la conquista della finale di Coppa Italia, Gasperini si rituffa sul campionato. Hateboer non recupera, da valutare Maehle, che non ce l’ha fatta neppure col Napoli. Ilicic, Pasalic e Malinovskyi candidati a una maglia dal 1’.

SAMPDORIA-FIORENTINA (domenica, ore 15)

—  

Sampdoria: squalificato Tonelli, in difesa riecco la coppia Colley-Yoshida. Ampia possibilità di scelta in attacco per Ranieri, con Quagliarella che dovrebbe tornare ad affiancare Keita.
Fiorentina: potrebbe sorridere Prandelli, che oltre a Castrovilli attende buone nuove da Ribery anche se durante la seduta pomeridiana ha avvertito un fastidio muscolare e per questo nella mattinata di sabato verrà valutato. Resta fuori per squalifica Amrabat, rientra Milenkovic a cui è stato accolto il ricorso. Giocano Borja Valero e Martinez Quarta.

CROTONE-SASSUOLO (domenica, ore 18)

—  

Crotone: la buona notizia è il ritorno dalla squalifica di Messias, che potrebbe anche agire da trequartista con la coppia Ounas-Di Carmine in attacco. Non sta benissimo Reca: da valutare il suo recupero.
Sassuolo: in difesa sarà uno tra Peluso e Chiriches a sostituire lo squalificato Ferrari. Assente Boga, dovrebbe essere confermato Traoré insieme a Djuricic e Berardi dietro a Ciccio Caputo. Obiang o Maxime Lopez il partner di Locatelli in mezzo.

INTER-LAZIO (domenica, ore 20.45)

—  

Inter: Vidal verso il recupero dopo la contusione al ginocchio sinistro accusata a Firenze: il cileno entra in ballottaggio con Gagliardini per il ruolo di mezzala sinistra. Brozovic e Barella, nonostante la diffida, dovrebbero essere titolari. L’altro diffidato (quindi a rischio derby) è Bastoni, ma potrebbe avere una chance Kolarov. Per il resto nessuna sorpresa: davanti, con Lukaku, più Lautaro che Sanchez.
Lazio: ha accusato qualche problema Luis Alberto, situazione da monitorare ma dovrebbe farcela dal 1′. Rientra Patric dalla squalifica, ma in difesa potrebbe essere confermato Musacchio accanto a Radu e Acerbi. Sarà Correa il partner di Immobile, anche se Caicedo potrebbe recuperare per la panchina.

VERONA-PARMA (lunedì, ore 20.45)

—  

Verona: due assenze pesanti per Juric, che non avrà gli squalificati Faraoni e Zaccagni. Lazovic si sposta a destra, mentre sulla trequarti giocherà uno tra Lasagna e Bessa con Kalinic centravanti.
Parma: risolte le pratiche burocratiche, Pellé potrà andare in panchina con Zirkzee candidato a prendere il posto di Cornelius in attacco. Non recuperano Karamoh e Iacoponi.

Precedente Esame di Italiano per Pioli: difesa alta e corsa, questo Spezia ha un'identità forte Successivo Zenga, finalmente il confronto con i figli! "Avrei voluto abbracciarti, ma..."

Lascia un commento