Pirlo per Baggio, gol del Brescia alla Juve: vent’anni fa, la Bellezza

Il primo aprile 2001 un gioiello della storia del calcio: lancio con il contagiri di Andrea, controllo stupendo di Roberto che supera Van der Sar e mette in rete

La cosa straordinaria in quell’azione è ciò che non si vede. L’essenziale è invisibile agli occhi, no? Preoccupato di scattare sul filo del fuorigioco e di seguire la parabola del pallone che gli è stato lanciato quaranta metri più in là da Pirlo, Baggio non vede Van der Sar che gli si fa incontro. Però ha gli occhi anche sulla nuca.

Precedente Rilanciare o vedere le carte di Raiola? Ecco perché tra Gigio e il Milan è una partita a poker Successivo Lazio, l'ultimo saluto a Guerini: "Ciao Daniel"

Lascia un commento