Pioli: “Scudetto? Cavalchiamo l’entusiasmo. Kessie è un titolarissimo”

Il tecnico rossonero felice per l’impresa di Bergamo: “Abbiamo fatto bene ciò che è mancato a Liverpool”. Sul secondo gol atalantino: “C’era un fallo clamoroso…”

Stefano Pioli è particolarmente felice per l’impresa del suo Milan a Bergamo: “Dobbiamo giocare per vincere ogni singola partita, abbiamo giocato con qualità ed energia – dice ai microfoni di Dazn nel dopo gara -. Questa prova chiude un periodo positivo in cui la squadra ha sempre risposto, anche nelle sconfitte di Champions. Significa che stiamo crescendo”. La rete di Pasalic nel finale l’ha un po’ innervosito, tanto da prendere un’ammonizione per proteste: “Sul secondo gol dell’Atalanta c’era un fallo clamoroso, non capisco come si faccia a non vederlo, ma non mi interessa… – assicura il tecnico rossonero -. L’importante è vincere e sono troppo soddisfatto della prestazione della mia squadra. Tonali parla di obiettivo scudetto? Giusto che i ragazzi cavalchino questo sogno, a ogni partita abbiamo la possibilità di dimostrare di poter competere”.

Lezione europea

—  

Diaz, Leao e Rebic hanno fatto ammattire la difesa bergamasca: “Ho chiesto uno sforzo importante ai miei attaccanti, ma credo che per loro sia meglio correre in avanti – spiega Pioli -. Con qualità tecnica e grande spirito possiamo permettercelo, e questo si verifica perché la preparazione della partita e ciò che poi si vede in campo vanno di pari passo. In generale, credo che la Serie A stia migliorando perché molti allenatori propongono un gioco più intenso, come succede in Europa. In questo senso, la Champions ci è servita molto”. Sui rientri di Ibrahimovic e Giroud dopo la sosta: “Non vedo l’ora che tornino, sono due grandi campioni, però stasera ci tengo a fare i complimenti a Leao e Rebic… quando ci sono loro, è chiaro che abbiamo molta più profondità”.

Kessie titolarissimo

—  

Il suo Milan cresce costantemente da inizio 2020: “È un percorso lungo due anni, ma ora non dobbiamo accontentarci, restando però umili e rispettando gli avversari – sorride Pioli -. Stasera abbiamo fatto bene quello che è mancato nella prima mezz’ora di Liverpool, siamo stati molto dinamici e non abbiamo dato punti di riferimento”. Infine, sulla prestazione di Kessie dopo il rosso contro l’Atletico: “Mai avuto dubbi sul comportamento di Franck, le vicende di contratto esistono ma ha fatto una partita strepitosa. Livello alto da parte di tutti, ma la sua in particolare è stata una gara ottima dal punto di vista fisico e tecnico. Resta un titolarissimo di questa squadra, ma come altri componenti della rosa”.

Precedente Il Sassuolo tiene il passo della Juve. Lazio, Morace esonerata Successivo Altrimenti ci arrabbiamo: ma l'Inter non può vivere sempre di rimonte

Lascia un commento