Pioli può sorridere: dopo Leao recuperati anche Mandzukic e Diaz

Il croato e lo spagnolo hanno svolto in gruppo tutto l’allenamento di oggi e sono convocabili per Parma. Buone notizie pure per Romagnoli: ci siamo quasi

Senza dirlo troppo forte, e magari facendo tutti gli scongiuri del caso, ma forse – ed è meglio sottolineare forse, visto com’è andata la stagione – il Milan sta finalmente uscendo dal tunnel degli infortuni. Una buona notizia era arrivata dall’allenamento di ieri, martedì, quando Leao ha ripreso ad allenarsi in gruppo dopo aver smaltito una lesione al bicipite femorale sinistro che gli ha fatto saltare United, Fiorentina e Samp. Oggi altre buone nuove: hanno infatti lavorato assieme alla squadra anche Diaz e soprattutto Mandzukic.

Fermo a 157’

—  

Per entrambi una seduta completa dalla A alla Z: lavoro atletico, possesso palla, esercitazioni tattiche e partitella finale. Che, in casi simili, è particolarmente significativa: prendervi parte equivale a un certificato di avvenuta guarigione. Entrambi quindi saranno convocabili per sabato pomeriggio a Parma. Brahim Diaz si era infortunato a una caviglia con l’Under 21 spagnola nell’ultima sosta per le nazionali, mentre Mandzukic si era fatto male – anche per lui lesione al bicipite femorale sinistro come Leao – a Belgrado contro la Stella Rossa. Da lì in avanti ha saltato dieci partite fra campionato ed Europa League, restando inchiodato a 157 minuti di gioco effettivo. Ora il croato si candida per un ruolo da protagonista in un finale di stagione dove “comportarsi bene” potrebbe valere anche la conferma per la prossima stagione, al momento tutt’altro che scontata. Con Leao, Diaz e Mandzukic di nuovo arruolabili cessa l’emergenza in attacco. Restano ancora ai box Maldini, Calabria e Romagnoli, ma da Milanello giungono notizie confortanti anche per il capitano, che già domani potrebbe riaggregarsi ai compagni.

Precedente Ribery, compleanno amaro: "Difficile festeggiare senza famiglia" Successivo Il candidato alla presidenza Real Riquelme: "Voglio riportare Cristiano Ronaldo a Madrid"

Lascia un commento