Pioli: “Leao mi ha detto che il prossimo rigore lo vuole tirare lui…”

Il tecnico rossonero: “C’è rammarico. La prestazione c’è stata, ma il gol del 2-2 è arrivato su una nostra disattenzione. Su alcune cose dobbiamo ancora crescere”

Rallentare dopo una corsa senza inciampi che durava da quattro partite di fila ci può anche stare. Ma dipende sempre dal contesto che genera il rallentamento. A volte può essere uno scampato pericolo, altre si esce dal campo sepolti dai rimpianti. Buona la seconda, stavolta. Stefano Pioli mantiene l’imbattibilità in campionato nel 2024, e con questo pareggio mette in fila il settimo risultato utile consecutivo, ma il sapore di questo pareggio non può non essere amaro. Non dopo aver visto gol divorati (Kjaer), incroci dei pali (Reijnders) e soprattutto due errori fatali dal dischetto. In vigilia il tecnico rossonero spiegava come spesso i suoi giocatori si trattengano a fine allenamento per esercitazioni supplementari nelle situazioni meno amiche: ecco, da domani in poi serviranno un po’ di ripetizioni dagli undici metri.

prestazione

—  

“C’è rammarico per non aver vinto, abbiamo avuto tante occasioni  e oltre ai due rigori avevamo rimontato una partita difficile – analizza Pioli nel dopogara -. Questo deve insegnarci a non mollare in termini di determinazione in fase difensiva. È un peccato perché ho vista tanta volontà e anche qualità. I rigori sono un problema? Giroud e Theo sono ottimi rigoristi, purtroppo stasera non è stata la loro miglior serata in questo senso”. Pioli è combattuto. O meglio, diviso tra le cose che hanno funzionato e quelle che non sono andate bene. “Ho visto tante cose positive, ma ancora una volta abbiamo dimostrato che su altre dobbiamo crescere. Se fosse finita 2-1 la nostra fiducia e convinzione sarebbero state diverse, ce le saremmo portate dietro in misura ancora maggiore. Se una squadra segna tanto e crea tanto, con due rigori sbagliati, significa che la prestazione c’è stata. Ma sul 2-2 abbiamo commesso un’ingenuità che abbiamo pagato. Zirkzee è un gran giocatore, lo seguo da tempo, un giocatore fantastico, che ha tutto. Cosa ho detto a Leao quando l’ho sostituito? È stato Rafa a dirmi che il prossimo rigore lo tira lui, ma in allenamento non è che ne segni molti… Però a caldo non lo so, vediamo”.

Precedente La Roma soffre ma Dybala e Pellegrini battono 2-1 la Salernitana: rivivi la diretta Successivo Nel girone B il Perugia vola e Zeman sorride. Nel Girone C la Juve Stabia torna a correre

Lascia un commento