Pioli: “Creato di più, ma è una sconfitta che servirà. Per il rinnovo sono tranquillo”

Il tecnico rossonero con un po’ di rammarico dopo il primo k.o. in campionato: “Potevamo riprenderla, ci è mancata lucidità. Anche in questi casi capisco che la squadra è forte”

Una sconfitta pesante quella subita a Firenze dal Milan di Pioli. La partita sembrava riaperta sul 3-0 grazie alla doppietta di Ibra, che ha mantenuto vive le speranze di rimonta. Il secondo gol di Vlahovic, però, ha sentenziato l’incontro e ha decretato il primo k.o. in campionato dei rossoneri. “Nel primo tempo abbiamo giocato bene, non doveva finire 2-0 per loro. Non siamo riusciti a segnare nelle occasioni che abbiamo creato”, così Stefano Pioli ha analizzato ai microfoni post-partita la sconfitta. “La prestazione non è mancata – prosegue – neanche nel secondo tempo, ma ci è mancata lucidità e potevamo riprenderla fino alla fine”.

Più occasioni della Fiorentina

—  

“Sono gli episodi che hanno portato alla sconfitta, i numeri sono dalla nostra parte: abbiamo creato di più rispetto a loro. Nei gol che abbiamo subito ci voleva più attenzione, abbiamo giocato da squadra, soprattutto nel primo tempo. Non siamo stati lucidi e attenti”. La prima sconfitta in campionato, però, trasmette la consapevolezza del livello della squadra: “Dobbiamo sentire il dolore di questa sconfitta e fare in modo che non succeda più. Anche in questi casi si capisce che la squadra che alleno è molto forte” ha detto Pioli. E il tecnico rossonero trasmette anche rammarico per la rimonta sfiorata: “Fa male perdere e subire 4 gol, è inevitabile. Senza il quarto gol forse la partita potevamo ancora pareggiarla. A volte ci manca l’ultimo passaggio, siamo arrivati dentro l’area tantissime volte. Abbiamo tirato il doppio degli avversari, la prestazione c’è stata. Ma è mancato un pizzico di attenzione in più. In qualcosina siamo mancati, ma ci servirà”. Una rassicurazione anche sulla situazione di Rafael Leao: “Solo crampi per Leao, è un giocatore che scatta continuamente e ci sta che nel finale possa essere stanco. In un paio di giorni recupera”. E infine anche una battuta sul rinnovo: “Ora non è il momento, ma quando arriverà si farà. Sono tranquillo”.

Precedente Italiano: "Vittoria meritata. Vlahovic destinato a una carriera importante" Successivo Fiorentina, Italiano: "Vinto grazie a coraggio e personalità"

Lascia un commento