Pioli: “Calendario più facile dell’Inter? Noi non guardiamo gli altri. Ibra arrabbiato per il rigore”

Il tecnico rossonero: “Zlatan è perennemente incavolato, ce l’ha sempre con qualcuno o qualcosa per tirare fuori da se stesso le motivazioni. Con la Roma dispendio più mentale che fisico: quando vinciamo, corriamo sempre meno degli avversari”

Paura, ovviamente, no. Qualche comprensibile timore, semmai. Figlio di un grande classico del pallone: quando a una squadra riesce un’impresa come quella del Milan con la Roma – perché di impresa si tratta, quando hai 10 giocatori fuori –, l’allenatore tende a guardare con una certa preoccupazione l’impegno successivo. Rischio di pancia piena, di calo dell’attenzione. Soprattutto se il livello dell’avversario si abbassa. La sfida di domani a Venezia rientra perfettamente in questo contesto e allora giova ricordare ancora una volta ciò che Pioli ha ripetuto spesso lungo il 2021: il campionato lo vince chi fa più punti contro le squadre della metà di destra della classifica.

Corsa

—  

“Ho visto bene la squadra dopo la Roma. Una partita dispendiosa soprattutto mentalmente, perché fisicamente l’abbiamo gestita bene. Quando vinciamo, corriamo sempre meno degli avversari. Abbiamo un calendario più facile rispetto all’Inter? Le prossime due partite per noi sono complicate, contro avversari di buon livello. Quindi dobbiamo pensare di fare una prestazione di alto livello. Intensità e qualità. Dobbiamo pensare al nostro percorso e non a quello degli avversari. Ibra arrabbiato dopo il rigore sbagliato? Lui è sempre incavolato, ce l’ha sempre con qualcuno o qualcosa per tirare fuori da se stesso le motivazioni. Non contento per il rigore, ma era contento per come è entrato e per la squadra. Se ci sarà un altro rigore, deciderà lui cosa fare”.

A BREVE IL SERVIZIO COMPLETO

Precedente Da Barella a Zaniolo: i nostri grandi club non puntano sui talenti italiani Successivo Caprari: "Non solo bello, grazie al Verona vado al massimo"

Lascia un commento