Perché Vlahovic non è lo stesso di Firenze? Chiedete ad Allegri

Con Italiano il serbo segnava e tirava di più, e il gioco bianconero non esalta le qualità di Dusan. Un problema da risolvere, specie guardando al futuro

L’effetto Vlahovic si è già attenuato. Prima fase, l’euforia: alla fine di gennaio la Juve compra il centravanti serbo dalla Fiorentina, un affare da quasi 80 milioni. La voragine lasciata dall’addio a Cristiano Ronaldo sembra coperta. Vlahovic si presenta con un gol in Champions, a Vila-Real, e netta è la percezione che la Juve abbia svoltato, che abbia trovato l’attaccante “risolvo-problemi” in stile Pulp Fiction. Seconda fase, la disillusione: la Juve viene eliminata dal Villarreal, Vlahovic non decide, tutto – Champions e scudetto – viene rinviato alla prossima stagione.

Precedente Pronostico di Avellino-Foggia, irpini favoriti ma... Successivo Il pagellone della settimana: Benzema, un... 9 da Pallone d'Oro. Vlahovic 5: che fine hai fatto?

Lascia un commento