Perché Betsson si è legata all’Inter per 120 milioni: un altro Effetto Oaktree

Centoventi milioni in quattro anni, 14 milioni dei quali già versati. Sono questi i punti qualificanti dell’accordo di partenariato sottoscritto da Betsson con l’Inter. Un record assoluto nella storia dei Campioni d’Italia che, mai in passato. nemmeno ai tempi del lunghissimo rapporto con Pirelli, avevano incassato tanto dallo sponsor principale. Si capisce perché, Alessandro Antonello, l’amministratore delegato al quale va ascritto il merito di guidare saldamente la società lungo il cammino virtuoso del risanamento dei conti, abbia commentato con soddisfazione: “Siamo felici di accogliere Betsson Sport nella famiglia di partner nerazzurri grazie a questo accordo storico che vede il loro logo posizionarsi sul petto delle nostre nuove maglie. Questo accordo unisce due brand accomunati dalla stessa passione per lo sport e per il suo sviluppo a tutti i livelli e permetterà ai nostri tifosi di avere un nuovo touchpoint dove poter esprimere il proprio amore per l’Inter. Siamo molto soddisfatti che Betsson Sport abbia scelto il nostro Club come prima sponsorizzazione di maglia in Serie A e siamo orgogliosi che potrà farlo su una casacca particolarmente prestigiosa, con lo scudetto di nuovo cucito sul nostro petto e la seconda stella ad arricchire il logo”.

Betsson è una società svedese di gioco on line che fornisce servizi di scommesse sportive e permette di cliccare anche nelle sezioni casinò, bingo, poker, gratta e vinci. Quotata alla Borsa di Stoccolma, è attiva in diversi Paesi: Italia (dal marzo scorso con il marchio Starcasinò); Inghilterra, Grecia, Messico, Argentina. La casa svedese sbarca in Serie A quale sponsor principale della squadra campione d’Italia. Nel 2021 ha legato il suo nome nel 2021 all’Avaldsnes Idrettslag, formazione norvegese di calcio femminile; nel 2023 agli argentini Boca Juniors e Racing Club Avellaneda; quest’anno, ai colombiani dell’Atletico Nacional. I 120 milioni assicurati all’Inter nel quadriennio 2024-2028 non sono soltanto un introito così rilevante da incrementare i futuri risultati positivi di gestione: da un lato, confermano la grande capacità di richiamo della squadra di Inzaghi anche in campo internazionale, considerate le sue rinnovate ambizioni in Champions League e nel Mondiale per club 2025; dall’altro, scaturiscono da un nuovo Effetto Oaktree. La solidità e la liquidità della nuova proprietà sono evidentemente garanzie molto convincenti per i nuovi partner.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Juve, Thuram e l’indizio social che fa impazzire i tifosi Successivo Chiesa, matrimonio con Lucia: c'è la data, ecco quando si sposano

Lascia un commento