Paura per le giocatrici del Milan: ritrovano le proprie auto distrutte

Notte di paura a Milano, in via Luigi Mengoni zona Forze Armate, epicentro dell’atto vandalico causato da un 33enne marocchino senza fissa dimora su delle auto, ben undici, distrutte mentre erano regolarmente parcheggiate. Non solo, oltre al danneggiamento delle vetture, l’uomo è stato protagonista anche di un’aggressione ai Carabinieri, generando il panico nel quartiere della città meneghina.

Notte di violenze

Sette delle auto danneggiate – che erano in un parcheggio condominiale – sono di proprietà di alcune calciatrici del Milan Woman che pernottano nell’edificio antistante all’area di sosta. Il responsabile, aiutato da due complici che sono riusciti a scappare, non era per niente lucido, ma bensì sotto un forte effetto di alcol. Intervenuti i Carabinieri, lo hanno arrestato per danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale, dato che l’uomo ha cercato di opporsi in tutti i modi al loro arrivo, mettendo in difficoltà gli agenti aggredendoli. Arrivato in caserma, la situazione non è andata migliorando, ma il delinquente ha continuato ad essere eccessivamente alterato, a tal punto che è stato chiamato il 118, il quale lo ha portato in ospedale dove è stato sedato. L’uomo aveva già dei precedenti. Non è chiaro il movente del gesto e non è escluso che le calciatrici possano essere state un bersaglio casuale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Gori: "Lo scorso anno mi sono allenato con Jovic e le sue qualità mi hanno sbalordito" Successivo Mourinho, parole da brividi per la Roma: "Indimenticabile". E su De Rossi...

Lascia un commento