Parolacce e urla di De Laurentiis: il regolamento condanna il Napoli

Prima di Napoli-Juventus è andato in scena un clamoroso siparietto di Aurelio De Laurentiis contro DAZN: ora il Napoli rischia grosso.

Il patron del Napoli non ha perso occasione di rendersi protagonista prima del match davanti alle telecamere che, in tutto il mondo, stavano riprendendo l’arrivo della squadra azzurra allo ‘Stadio Maradona’. Lo sfogo di De Laurentiis è diventato immediatamente virale, con centinaia di migliaia di tifosi che si sono chiesti i motivi delle sue parole e delle sue urla prima di una serata che sarebbe stata importantissima per la squadra che deve ancora ritrovare pienamente la serenità.

De Laurentiis contro DAZN
Furia De Laurentiis contro DAZN – calcionow.it

Dalle immagini circolate prima in tv e poi sul web è stato chiarito, poi, che De Laurentiis avesse un “conto aperto” con DAZN e che le urla e le parolacce erano indirizzate al broadcaster che trasmette le partite della Serie A in Italia.

De Laurentiis contro DAZN: il motivo delle urla

La partita tra Napoli e Juventus è iniziata tra le polemiche generali per l’arrivo di Aurelio De Laurentiis allo stadio prima della partita più importante per gli azzurri e per i bianconeri. Nel sottopassaggio del ‘Maradona’, infatti, il presidente del Napoli era estremamente adirato nei confronti di DAZN e si è lasciato andare a uno sfogo clamoroso.

DAZN non ha il diritto di fare nulla“, ha urlato De Laurentiis mentre camminava verso il campo, “andateve a fare in c*lo, via, fuori dai cog**oni. L’arrivo non lo devono fare, non lo devono fare, caz*o!“.

Parole che sono sembrate, in un primo momento, sconnesse dal fattore partita e poi chiarite solo nel post partita e nella mattinata di oggi.

Perché De Laurentiis ha urlato contro DAZN? Svelato il motivo

Aurelio De Laurentiis dopo Napoli-Juventus ha annunciato di aver chiuso i rapporti con DAZN e che calciatori e staff parleranno solo con SKY e RAI prima e dopo le partite. Il motivo della sfuriata di De Laurentiis è legato, probabilmente, alla programmazione della partita tra Napoli e Atalanta, ora in programma sabato 30 marzo alle 12:30, vigilia di Pasqua.

Il presidente del Napoli avrebbe voluto spostarla a lunedì, in quanto Calzona potrà preparare il match solo in due giorni per via delle partite della Slovacchia.

Il durissimo sfogo, però, rischia di portare ingenti danni economici al Napoli che ora può essere punito con una multa salatissima per il silenzio stampa.

Aurelio De Laurentiis nervoso prima di Napoli-Juventus
Aurelio De Laurentiis: urla e parolacce prima di Napoli-Juventus – calcionow.it

Multa al Napoli: lo dice il regolamento

Al netto della presa di posizione di De Laurentiis, i diritti televisivi sono disciplinati dal “Regolamento produzioni audiovisive” e riguardano anche le interviste pre e post partita. Da contratto, infatti, le squadre si impegnano a far partecipare calciatori e allenatori alle interviste, cosa che in questo caso non è stata portata avanti dal Napoli.

Aurelio De Laurentiis multato dalla FIGC
Aurelio De Laurentiis e il Napoli rischiano una multa pesante (LaPresse) – calcionow.it

In caso di violazioni del contratto sono previste delle sanzioni specifiche nei confronti delle società. Cosa rischia il Napoli?

  1. Dopo due mancate Interviste, anche non consecutive, un richiamo ufficiale;
  2. Dalla terza mancata Intervista, anche non consecutiva, sanzione fissa per € 10.000;
  3. Dalla quarta mancata Intervista, a seguire e anche non consecutiva, una sanzione raddoppiata per ogni successiva ed eventuale mancata Intervista.

L’articolo Parolacce e urla di De Laurentiis: il regolamento condanna il Napoli proviene da CalcioNow.

Precedente Reja punta su Calzona: "E' la scelta giusta per il Napoli" Successivo Juve Primavera, Montero ancora ko: vince il Sassuolo, playoff più lontani