Parma, poker al Lecco: Pecchia mette le mani sul ritorno in Serie A

Doppietta di Bernabè, gol di Mihaila e sigillo di Camara: il Parma è un passo dal ritorno in Serie A. Travolto il Lecco, sempre più vicino al ritorno in Serie C, i ducali di Pecchia si preparano a far saltare i tappi dallo spumtante. Basterà vincere a Bari e una sconfitta o una pareggio del Venezia a Catanzaro per festeggiare già nella prossima giornata, ma potrebbe essere sufficiente finanche un pari in puglia nel caso di una sconfitta del Venezia a Catanzaro per brindare con tre giornate di anticipo. Se poi Como dovesse cadere contro la Samp, non ci sarebbe più bisogno di fare calcoli: tre punti al “San Nicola” farebbero partire la festa.

Parma-Lecco, il secondo tempo inizia senza portiere

Parma-Lecco ha fatto registrare anche un episodio clamoroso. L’arbitro Rutella ha fischiato l’inizio del secondo tempo, dopo tre secondi si è accorto che in campo non c’era Melgrati, portiere dei lombardi, che si era attardato negli spogliatoi. Il gioco è stato sospeso per permettere all’estremo difensore di posizionarsi tra i pali.

Colpo salvezza dell’Ascoli a Terni

Il poker del Parma è uno dei quattro risultati maturati nelle gare delle 14. La trentacinquesima giornata di Serie B è iniziata con lo 0-0 tra Spezia e Brescia, ha fatto registrare il successo per 1-0 del Modena nella sfida playoff con il Sudtirol (gol di Zaro) e il colpo salvezza dell’Ascoli a Terni: Botteghin a bersaglio al 90′. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Salernitana in Serie B, Sabatini: "Vergogna e senso di colpa, maledico..." Successivo Le pagelle del Lecce - Pongracic in costante crescita, che gol Krstovic