Parma, D’Aversa: “Non so se resterò in Serie B”

TORINO – L’allenatore del Parma, Roberto D’Aversa, ha commentato ai microfoni di Sky Sport la sconfitta per 1-0 in casa del Torino che è costata la retrocessione ai suoi ragazzi: “Abbiamo cercato di giocarcela come sempre e dispiace essere matematicamente retrocessi dopo un lavoro durato 4 anni: il Torino si è dimostarto superiore rispetto a noi e questa sfida ha sintetizzato il tema di tutta la stagione, ovvero che ci sono mancate personalità e determinazione”. Ha anche dato uno sguardo al futuro: “Sinceramente non so se ci sarò l’anno prossimo e ora non ci sto neanche pensando: oggi il mio unico pensiero è rivolto al fatto che non abbiamo concretizzato e non siamo stati incisivi solo per mancanza di serenità o eccessiva frenesia ma non per scarsa qualità. Non voglio parlare del mio futuro: stasera bisogna solo pensare al fatto che siamo retrocessi e il club non meritava tutto questo. La dirigenza sta lavorando molto bene per dare un futuro roseo a tutto l’ambiente cercando anche ripartire da quest’annata”. Ha chiuso, infine, concentrandosi sugli errori più decisivi di tutto il torneo: “Gli errori sono stati solo dettati dall’inesperienza e dalla gioventù, non dall’equilibrio. La gara col Sassuolo ha cambiato il nostro destino prima di Spezia, Fiorentina, Udinese e Cagliari. Il gol è venuto da un fallo laterale e siamo mancati nel momento in cui la gara si è fatta sporca, al contrario di quando dovevamo essere propositivi. La sfida di Cagliari ha permesso a loro di uscire da un momento complicato e a noi ci ha lasciato nella difficoltà: ci sono mancati carisma, carattere e personalità oltre alla scarsa determinazione sia in difesa che in attacco”.

Precedente Empoli, è qui la festa per la A? Successivo Pellegrini: "Conte come Trap, la sua Inter solida e senza difetti. Aprirà un ciclo"

Lascia un commento