Pardo di qualità, la ricetta della telecronaca: “Studio ed emozione. Poi torno da Diego…”

A colloquio col telecronista di punta di Dazn: “Racconto quello che respiro, il segreto è restare sempre se stessi, senza mai fingere. Il Mondiale? Divano e tv con mio figlio di sei mesi”

Avere per mezz’ora Pierluigi Pardo a disposizione è un privilegio che anche moglie e figlio inseguono. L’uomo è un luna park vivente: mille cose da fare, da dire, tra una trasmissione, un collegamento, un evento, una telecronaca da preparare, una scaletta da immaginare (che tanto poi va a braccio e salta tutto). Non a caso la telefonata si apre così…

Precedente Fiorentina-Monza da amarcord: la prima gara in maglia viola di Antognoni Successivo Roma, Mou cambia: Zaniolo davanti a Pellegrini e Dybala, Abraham in panchina

Lascia un commento