Panico al Bentegodi: c’è una bomba dietro a Zoff

Mezz’ora prima di Verona-Juventus del 20 marzo 1977, un raccattapalle rinvenne l’ordigno vicino a una porta. La partita si giocò regolarmente e la bomba, nascosta durante i 90′, venne fatta brillare 30′ dopo la fine

A trovarla fu un raccattapalle. Ci stava inciampando sopra. “Ohi tosi, ea pare na bomba”, disse sghignazzando il ragazzino ai suoi amici, ma quelli no, non risero. Non sembrava una bomba. Era una bomba.

Precedente Allo stadio Olimpico va in scena Italia-Svizzera Successivo Alvarez: tra Milan e Fiorentina potrebbe spuntare... la Juve

Lascia un commento