Palladino: “Super percorso del Monza. Dall’Inter al Milan, gare uniche”

L’Atalanta ha compiuto una vera e propria impresa eliminando il Liverpool dall’Europa League. Ma nessun timore in casa Monza, anzi: la sfida contro i nerazzurri vedrà stimoli nuovi. Parola di Raffaele Palladino. Il tecnico nella conferenza stampa di presentazione del match che domani vedrà il suo Monza fronteggiare la squadra di Gian Piero Gasperini, ha rievocato anche due delle migliori prestazioni dei biancorossi nel periodo che lo ha visto sulla panchina dei brianzoli.

Monza e gli stimoli con l’Atalanta

Così Palladino sulla sfida all’Atalanta: “Il calcio è fatto di stimoli: questo è un gruppo competitivo che ha sempre voglia di stimoli nuovi e non ha mai voglia di perdere. C’è grande voglia di fare bene, lo stimolo è non avere mai fatto punti con l’Atalanta in precedenza e domani potrebbe essere l’occasione giusta per mettere in difficoltà una corazzata. L’Atalanta ha tecnica, fisico ed è allenata da un grandissimo mister“.

Poi il punto sull’infermeria: “Dani Mota Carvalho non ha recuperato, speriamo di riaverlo per settimana prossima. Patrick Ciurria ha un fastidio al ginocchio, è out anche José Machin. Ma abbiamo recuperato Samuele Vignato e Danilo D’Ambrosio“.

“Con Inter e Milan gare da ricordare”

Palladini fa un excursus sull’esperienza al Monza, con il futuro che è ancora tutto da decidere: “Sono stato molto fortunato ad entrare in questa grande società e mi ritengo una persona fortunata. Sono cresciuto tanto con i miei ragazzi: sono stati anni meravigliosi, mi sono fatto travolgere da questo meraviglioso lavoro. Ho tanto da imparare, ma al tempo stesso sono molto ambizioso. Voglio sempre il massimo da me stesso, dai miei ragazzi e dallo staff“.

Ma qual è stata la gara manifesto di Palladino? Il tecnico risponde: “Sarebbe riduttivo parlare di una sola partita, credo sia stato fatto un percorso super. Il Monza, in questi due anni, ha avuto sempre l’atteggiamento più giusto, e su tutti i campi, partendo da neopromossa che se l’è giocata con tutti. Si potrebbe citare la vittoria contro l’Inter, o il match casalingo col Milan… Sono davvero tante le partite, tutte uniche“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Napoli-Roma, ecco quando si gioca: anticipi e posticipi della 34ª giornata Successivo Cosa può promettere se salva il Sassuolo? Ballardini: "Non sono abituato a dire queste cose"