Pagnucco di rigore e la Juve di Montero batte anche il Lecce

La Juve Primavera allunga il passo in classifica con il secondo 1-0 consecutivo. Dopo l’Inter, i bianconeri di Montero battono il Lecce campione d’Italia in carica (anche se quest’anno impelagato nella lotta salvezza): a supportare la rete del capitano, Pagnucco, su rigore, un’altra grande prestazione di Radu, il classe 2007 neo promosso tra gli Under 19. 

il match

—  

L’estremo difensore bianconero conferma il suo momento di grazia, che ha convinto la dirigenza ad anticipare il suo naturale passaggio di categoria a metà stagione. Contro il Lecce diversi interventi importanti e uno decisivo al quarto d’ora di gioco, negando a Pacia (di testa) un gol quasi fatto. Juve ordinata tatticamente e piuttosto solida dietro, ma anche sprecona sul finale del primo tempo con Ripari e Pugno. Mentre il Lecce manca il vantaggio con Corfitzen. A inizio ripresa il gol decisivo di Pagnucco dagli undici metri: nessun dubbio sul fallo in area di Addo su Turco. Sterile la reazione del Lecce e per questo i ragazzi di Montero lo controllano la gara senza troppa fatica, sbagliando anche il potenziale raddoppio con Florea. L’antipasto di Serie A sorride dunque ai colori bianconeri.

Precedente Serie B: il Bari di Marino si illude, l'Ascoli rimonta e pareggia, sorride Castori Successivo Zoro senza sconti: "Maignan non doveva rientrare. La soluzione? Chiudere gli stadi 6 mesi"