Pagelle Roma-Inter: Pellegrini brilla, mistero Bastoni

ROMA – Un 2-2 spettacolare quello di ieri all’Olimpico tra Roma e Inter con le reti di Pellegrini e Mancini da una parte e Skriniar e Hakimi dall’altra. Vi sveliamo i migliori e i peggiori della partita.

I migliori della partita

Lo. Pellegrini 7,5

Sprigiona raggi di classe pura. Ma è anche sostanza, in diversi momenti caldi, nei contrasti e nei ripiegamenti. Gioca una partita di livello in cui si incastra il gol, il suo terzo in campionato. Anche l’angolo che genera il 2-2 parte dal suo piede destro. Quando gioca trequartista, dà il meglio di sé: non bisogna più toglierlo da lì.

Hakimi 7,5 

Un treno a energia rinnovabile. E puntuale in fase difensiva contro la versione menomata di Spinazzola. Poi il gol che è una prelibatezza con il sinistro. E’ già il sesto alla prima stagione di Serie A: nessun altro difensore nei principali campionati europei ha segnato così tanto. 

Pau Lopez 7

L’alleato che non ti aspetti. Una molla su Lukaku, un muro su Lautaro. Due parate straordinarie contro due attaccanti straordinari. Stavolta gli si può perdonare anche qualche errore di misura con i piedi, frutto di scelte precipitose più che d’incapacità tecnica. Respinge anche Hakimi, finché può. E se fosse cominciata una nuova storia?

Villar 6,5

E’ una conferma. Gioca un primo tempo autorevole e un finale da applausi, incluso l’assist del 2-2. Certo, quando l’Inter esce fuori soffre molto anche lui. Ma non ha mai paura di sbagliare. E questa è una dote essenziale per godersi le partite importanti.

Mancini 6,5

La prima mezz’ora del secondo tempo è un incubo che gli toglie ogni riferimento: dalla sua parte Lukaku squarcia metri di campo come se avesse lo scooter. Ma il gol del pareggio, oltre che importante, è splendido: non era semplice vincere il duello aereo con Skriniar e indirizzare il pallone sul palo lontano. Voleva fortemente questo gol: un istante prima Handanovic gli aveva fermato un vigoroso tiro di destro.

Mkhitaryan 6,5

L’assist è un passaggio semplice, alcuni strappi nel finale no. Rispetto ad altre partite però è meno continuo.

Skriniar 6,5 

Segna il gol del pareggio con abilità, concede il 2-2 a Mancini nonostante la marcatura stretta. Difficile dargli grandi responsabilità. Anche contro Mkhitaryan resiste senza turbamenti. 

De Vrij 6,5 

E’ lui a impostare il gioco dal basso. Tocca più palloni di tutti. E tiene la barra dritta nelle mischie A. 

Roma-Inter, 2-2 show all'Olimpico: super gol, sorpassi e rimonte

Guarda la gallery

Roma-Inter, 2-2 show all’Olimpico: super gol, sorpassi e rimonte

I peggiori in campo

Spinazzola 5

Non sta in piedi. Ed è strano che Fonseca se ne renda conto così tardi. Lo avesse sostituito prima forse l’Inter (e in particolare Hakimi) non avrebbe capovolto la partita.

Bastoni 5 

Abbassa il livello della tenuta difensiva. E’ morbido e sfortunato nella postura che corregge il tiro vincente di Pellegrini. Ma in generale sembra terrorizzato. Sbaglia molto anche in fase di palleggio. 

Conte (all.) 5 

Pareggia una partita che aveva in pugno. Tante volte ha vinto con i cambi, sfruttando la ricca panchina, stavolta si fa male da solo: l’innesto di Kolarov con spostamento di Young a destra diventa un favore per Fonseca. E Perisic al posto di Lautaro è una sostituzione incomprensibile.

Kolarov (37’ st) 5,5 

Dal suo ingresso i vecchi amici della Roma alzano la voce. 

Vidal 5,5 

Come valutarlo? Nel momento migliore dell’Inter, è uno di quelli che permettono di alzare il ritmo. Nel secondo tempo si abbassa facendo saltare il piano-pressing della Roma e fluidificando la manovra dell’Inter. Ma in area di rigore non incide mai, fallendo un’occasione per tempo: la seconda, con tiro svirgolato all’altezza del dischetto del rigore, è particolarmente grave perché era una specie di match-point. 

Perisic (32’ st) 5,5 

Lo vedi ciondolare nella posizione di partner di Lukaku e ti chiedi per quale ragione sia stato inserito. Non tocca palla, né supporta la fase difensiva nella fase di massima pressione della Roma. 

Conte: "I cambi? Non ho inventato nulla"

Guarda il video

Conte: “I cambi? Non ho inventato nulla”

Precedente Conte frena l'Inter: la lista di tutti gli errori Successivo Simakan primo rinforzo per Pioli: manca solo un sì. E quell’idea Meité...

Lascia un commento