Padel-mania, tra Totti e De Rossi è sfida continua

Al padel club di Villa Pamphili le due ex stelle giallorosse si sono sfidate con altri colleghi e a giocatori professionisti. C’erano anche Vincent Candela, Gigi Di Biagio e…

Dici padel e dici ex calciatori sempre più appassionati. Come mai? In molti se lo sono chiesti, soprattutto in questi ultimi anni, e la risposta la danno proprio i vecchi (per modo di dire…) campioni del calcio che nel padel ritrovano tante cose di quando correvano dietro al pallone. Si tengono in forma, si divertono, fanno spogliatoio e hanno anche quell’adrenalina di cui faticano a fare a meno. L’esempio lampante è rappresentato da Totti e De Rossi, compagni per 15 anni nella Roma e adesso amici e rivali dietro la rete. L’ultima occasione qualche giorno fa al padel club di Villa Pamphili in cui le due ex stelle giallorosse si sono sfidate insieme ad altri colleghi e ai giocatori professionisti. E quindi, oltre a Totti e De Rossi, anche Vincent Candela, Gigi Di Biagio (uno dei più appassionato, sembra studi anche le statistiche), Giuliano Gianichedda, Stefano Fiore, Gimmy Maini e Bernardo Corradi.

Con loro Alessandro Tinti, Campione italiano 2019, Simone Iacovino, tra i giovani talenti italiani (entrambi nel team della Padel Media Communication), Emanuele Fanti, Michele Bruno, Stefano Pupillo, Saverio Palmieri, Luca Gallo e Patrizio Panicucci. La finale – combattuta fino all’ultimo smash – è stata una sorta di derby romano dal sapore antico tra Vincent Candela in coppia con Emanuele Fanti contro Stefano Fiore e Simone Iacovino.

BRAVE RAGAZZE

—  

Tra una sfida e l’altra, Totti si è complimentato per il successo della squadra femminile di Padel, rientrata dal Qatar con un bronzo Mondiale: “Donne alla ribalta, bello e significativo sapere di essere allo stesso livello”. Dello stesso avviso De Rossi che definisce le atelete italiane “prime tra gli umani” dopo le professioniste – ancora irraggiungibili – spagnole e argentine”. E chissà che un giorno non arrivino anche loro a giocarsi qualcosa di davvero importante.

Precedente Osimhen va veloce: pensa già ad allenarsi per accorciare lo stop Successivo Sheriff-Real, che paura: malore in campo per Traore, costretto ad uscire

Lascia un commento