Oriali: “7 atalantini in stage? Gasp deve essere felice”

22 novembre 2016 – Milano

Gabriele Oriali, team manager dell'Italia. LAPRESSE

Gabriele Oriali, team manager dell’Italia. LAPRESSE

Questa mattina a Coverciano è andato in scena il primo allenamento dei 22 chiamati dal ct Giampiero Ventura per il primo stage della sua gestione. Tra i giovani azzurri spicca la quota dell’Atalanta che ha spedito in Toscana ben 7 giocatori. La convocazione ha rappresentato un riconoscimento importante del lavoro svolto da Gian Piero Gasperini che nei giorni scorsi aveva espresso però le sue perplessità rispetto alla necessità di attingere in maniera così massiccia dal serbatoio nerazzurro.
la replica di oriali — L’allenatore di Grugliasco aveva detto: “Lo stage mi dà un po’ di fastidio, dobbiamo concedere tanti giocatori per tre giorni e il calendario è fitto, sarebbe stato meglio averli a disposizione. A me non piace per niente”. Parole che non hanno fatto certo piacere a Gabriele Oriali che oggi ha voluto replicare: “Cosa ci aspettiamo da questi stage? I giovani che sono qui devono capire che sono all’inizio di un lungo viaggio. Gasperini deve vedere tutto questo come un motivo di soddisfazione che premia il suo lavoro e quello della sua società”.

uno stage diverso — Il team manager spiega il significato di questo appuntamento: “È un’idea partita dal nostro ct, quindi già da quest’estate abbiamo fatto il giro di tutte le società ed abbiamo avuto modo di parlare con i responsabili dei club e con gli allenatori. Ci sono giovani del nostro campionato che hanno molte prospettive, si stanno mettendo in evidenza e questo ci fa molto piacere. Questi stage sono nati per dare modo di capire a questi ragazzi la nostra realtà, e per capire come comportarsi dentro e fuori dal campo”. In riferimento alle richieste di stage non assecondate in passato all’ex ct Conte, Oriali precisa: “Non credo che qualcuno ce l’avesse con Antonio perché questo è uno stage un pochino diverso da quello che si chiedeva prima. Qui sono convocati solo quelli che non hanno impegni infrasettimanali, tranne Tonelli per cui abbiamo parlato ed ottenuto l’ok da parte della sua società. Di conseguenza questo stage non va a disturbare il lavoro settimanale dei club”.

 Gasport 

Precedente Modena-Pordenone 0-3: highlights Sportube su Blitz Successivo "Episodi da condannare I nostri tifosi non sono così"