Operazione City, Mendes ci prova: 25 milioni subito alla Juve per Ronaldo da Pep

Dopo l’incontro in mattinata con i dirigenti della Juve, il procuratore di Cristiano è ripartito da Torino con la missione di trovare i soldi necessari per “liberare” CR7. Tempi strettissimi: se la trattativa non decolla in fretta, Ronaldo diventa incedibile

Non è durata più di 18 ore la missione torinese di Jorge Mendes per CR7. Dopo il summit con i vertici bianconeri il manager portoghese si è diretto verso l’aeroporto di Caselle, con un volo privato ad attenderlo. Ora Mendes è in stretto contatto con il Manchester City per definire l’offerta concreta del club dello sceicco Mansour. Il suo obiettivo è quello di confezionare in giornata una proposta economica di almeno 25 milioni di euro per indurre la Juve a liberare Cristiano Ronaldo. Il summit di tarda mattinata con Arrivabene, Nedved e Cherubini ha avuto un esito molto chiaro: o la trattativa decolla in fretta, oppure Ronaldo diventa incedibile.

La posizione della Juve

—  

Del resto Guardiola ha tolto dal mercato Gabriel Jesus, obiettivo dichiarato di Allegri. E questo è un impedimento non da poco, visto che i bianconeri hanno esigenza di trovare un sostituto all’altezza se davvero Cristiano Ronaldo dovesse cambiare maglia. Ciò spiega l’atteggiamento fermo della società di Andrea Agnelli, decisa a chiudere in fretta questa pratica. Anche Mendes ne è consapevole: lui fa leva su gradimento tecnico dell’allenatore catalano, ma evidentemente la tempistica rende tutto molto complicato.

Precedente Juve-Ronaldo, dall'eliminazione col Porto alla panchina con l'Udinese: qualcosa si è rotto Successivo Milan-Bennacer, c’è l’incontro con l’agente: ecco il piano di Maldini

Lascia un commento