Offese razziste di una conduttrice del Vicenza a un bimbo del Cosenza. È bufera

Dopo la partita che ha determinato la salvezza dei calabresi, al piccolo Domenico che gridava “lupi si nasce” ha risposto: “E gatti si diventa… Non ti preoccupare che venite anche voi qua in Pianura a cercare qualche lavoro”

Non c’è fine al peggio. Mentre i tifosi vengono – giustamente – puniti per ogni coro razzista e di discriminazione territoriale, in una tv locale veneta va in scena un orrendo “siparietto” che vede coinvolti una conduttrice e un bambino.

I fatti

—  

Tutto si è svolto su Tva al termine della gara tra Cosenza e Vicenza del 20 maggio che ha portato alla retrocessione dei biancorossi in Serie C. Andrea Ceroni, inviato in Calabria, fuori dallo stadio viene travolto dall’euforia dei tifosi rossoblù, il microfono arriva a un bambino, Domenico, che imbeccato dal papà con un filo di voce dice: “Lupi si nasce!”. E qui la conduttrice Sara Pinna risponde: “E gatti si diventa… Non ti preoccupare che venite anche voi qua in Pianura a cercare qualche lavoro”. Un intervento profondamente infelice e becero che scatena non solo un fiume di polemiche sui social, ma anche la reazione del papà di Domenico.

Lo sfogo del papà

—  

Il post su Facebook si intitola “Lettera di un padre a una conduttrice razzista” e in alcuni passaggi si legge: “Ha dimostrato di essere anzitutto poco sportiva oltre che ignorante e con non pochi pregiudizi. Prima di parlare è necessario pensare bene a cosa si dice. Dovrebbe ben sapere e dimostrare a coloro i quali si rivolge cosa sono etica e morale. Due qualità a lei sconosciute a quanto pare. In ogni caso, qualora nella propria terra mancasse lavoro non ci sarebbe comunque da vergognarsi a cercarlo altrove. Dovrebbe saperlo, perché la storia lo insegna se lei avesse avuto modo di studiarla, che la Padania deve tanto ai meridionali e a molti di loro deve il suo sviluppo dal punto di vista lavorativo”. E infine: “La invito, senza rancore, a visitare la Calabria così che possa anche lei capire che terra meravigliosa è e quanta bella gente la abita, noi a differenza Sua, detestiamo i pregiudizi e il razzismo proprio non ci appartiene”. Il profilo Instagram della Pinna, con i suoi 13 mila follower, è chiuso. E nella bio si legge “mamma di tre bambini”…

Precedente Papin: "Felice per Giroud e ora per il Milan prenderei Nkunku" Successivo Pioli “'Is on fire' anche ai matrimoni”/ “Maldini? Troveranno soluzione, su Ibra...”

Lascia un commento