Oaktree, Zhang e l’equo compenso

Tra quattro mesi scadrà il prestito, da 275 milioni, erogato a maggio 2001 dal fondo Oaktree Capital alla famiglia Zhang e da questa utilizzato per coprire buchi di una gestione finanziaria largamente deficitaria. Nel frattempo, il decorso di interessi esorbitanti (12% annuo) e la loro capitalizzazione (payment in kind), gonfierà il debito finale a quasi 400 milioni. Pare difficile che Zhang disponga delle risorse per restituirli, altrimenti avrebbe avuto convenienza a farlo con anticipo, ma altrettanto che possa rifinanziarlo a tre mesi dalla scadenza in uno scenario di mercato peggiorato. Se nessuna delle due circostanze si verificherà, Oaktree azionerà il pegno rilevando il 99,6% dell’Inter a rimborso del prestito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente E gli allenatori non meritano forse più rispetto? Successivo Diretta Monza-Inter ore 20.45: dove vederla in tv, in streaming e probabili formazioni