Oaktree, diktat a Marotta: basta con i colpi a zero, all’Inter solo giovani

Sguardo al domani: i nomi dei giovani coinvolti

Il club nerazzurro sta continuando a ragionare su Lorenzo Pirola della Salernitana, cresciuto nel settore giovanile interista e ceduto ai campani nell’estate 2023 per 5 milioni, senza esercitare il contro-riscatto a 13. La Salernitana però è retrocessa e il giocatore, capitano dell’Under 21, ha l’ambizione di rimanere in A. Per l’Inter Pirola rappresenterebbe un innesto importante anche per le liste Uefa. Ovviamente i campani vorrebbero monetizzare, l’Inter invece sta ancora riflettendo perché col passare delle settimane potrebbero aprirsi opportunità diverse. Per esempio piace il messicano Johan Vasquez del Genoa (’98 come Josep Martinez), così come il 24enne polacco Kiwior dell’Arsenal: oggi i Gunners non aprono al prestito e chiedono 25 milioni, ad agosto…

Inter, uno sguardo al domani

Ma l’Inter come dimostra questo mercato e le mosse che i dirigenti stanno facendo, probabilmente seguendo le indicazioni di Oaktree, ma non solo – vedi gli affari Asllani e Bisseck nelle scorse annate -, stanno guardando al futuro. Per esempio è già stato preso per 850mila euro il trequartista classe 2006 Luka Topalovic, sloveno ex Domzale. Giocherà in Primavera, ma si allenerà anche con la prima squadra come il difensore spagnolo Alex Perez, 2005, preso in prestito con diritto di riscatto dal Betis Siviglia (sbarco a Milano a breve). E a proposito di giovani difensori, l’Inter – col Napoli – è il club maggiormente in pressing sulla Sampdoria per Giovanni Leoni, classe 2006, una delle rivelazioni della seconda parte dell’ultima Serie B.

Campionato che ha visto fra le squadre promosse il Venezia del 22enne americano Tanner Tessmann: l’Inter sta trattando col club ligure e i suoi agenti, l’idea è quella di acquistare il centrocampista e mandarlo poi in prestito per una stagione. Giovani in entrata, giovani in uscita possibilmente non a titolo definitivo o comunque da controllare, come Fabbian al Bologna (nel 2025 potrà essere ricomprato per 12 milioni). È il caso del richiestissimo Valentin Carboni (verrebbe venduto forse solo a fronte di 35-40 milioni), ma anche dei fratelli Esposito (Pio e Sebastiano), Satriano e Zanotti. A proposito di Venezia, lì dovrebbe andare in prestito il portiere Filip Stankovic, mentre alla fine potrebbe essere sacrificato il fantasista Oristanio: prezzo 4 milioni e percentuale sulla futura rivendita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Cavese, quattro nomi per la difesa. E intanto arriva Maffei dal Catania Successivo Nel calcio si gioca troppo, di chi è la "colpa": tutti i numeri a sorpresa

Lascia un commento