Nusa, la novità della Norvegia di Haaland e Ødegaard

I tifosi della Norvegia, sui social, lo hanno definito “vår lille Neymar”. Tradotto: “il nostro piccolo Neymar”. Un paragone suggestivo, un complimento che è l’augurio più bello per le ambizioni di Antonio Nusa, ala sinistra, diciotto anni, quattro partite e un gol nella nazionale di Haaland e Ødegaard. Scatto, magie, tecnica raffinata: il suo idolo è proprio il brasiliano, ora all’Al-Hilal. E’ nato a Langhus il 17 aprile del 2005: il papà è nigeriano e la mamma è norvegese. Si è fatto conoscere nel settore giovanile dello Stabaek. Poi, il 31 agosto del 2021, ha lasciato la famiglia e si è trasferito in Belgio, al Bruges: per un po’ di tempo ha vissuto nel college del club, ora ha preso un appartamento in affitto vicino al campo dove si allena la squadra di Nicky Hahyen, che la Fiorentina potrebbe incrociare nell’eventuale semifinale di Conference League.

IL MERCATO – Venti partite nella Jupiler Pro League: tre gol (al Molenbeek, allo Charleroi e al Westerlo) e tre assist. Il Bruges ha già ricevuto diverse offerte: chiede diciassette milioni per il cartellino di Nusa, corteggiato dal Villarreal e dal Bayer Leverkusen. L’attaccante, a gennaio, ha sfiorato il passaggio in Premier: lo ha cercato il Tottenham, poi è stato il Brentford di Cliff Crown a cercare l’accordo con il Bruges. Nusa è gestito dai manager dell’agenzia Aneke, che segue anche il centravanti Victor Boniface, nigeriano, 23 anni, dieci gol in sedici partite con il Bayer Leverkusen di Xabi Alonso. La Bundesliga potrebbe diventare la prossima tappa dell’attaccante, che ha un contratto fino al 2027.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Turchia, batosta in Austria. Giroud a segno con la Francia, pari Belgio a Wembley Successivo Euro 2024, Ucraina, Polonia e Georgia qualificate: impresa storica per Kvara

Lascia un commento