Nuovo lutto: il mondo del calcio piange la scomparsa dell’ex attaccante

Bandiere di nuovo listate a lutto: il mondo del calcio piange la prematura scomparsa dell’ex attaccante. Ecco di chi si tratta

Se l’essenza del calcio è il gol, gli attaccanti, che vivono di gol e per il gol, sono inevitabilmente gli idoli di tutti i tifosi anche perché i ‘fantasisti’, gli unici che possono contendere loro il favore dei tifosi, sono sempre più merce rara in un calcio moderno che fatica a trovare spazio per chi ‘gioca tra le linee’.

Nuovo lutto nel calcio
Il mondo del calcio piange l’ex attaccante (LaPresse)-calcionow.it

Dunque, gli attaccanti ci entusiasmano, ci esaltano ma ci fanno anche disperare quando si divorano un gol che sembra già fatto e che induce un habitué delle partite di calcetto al giovedì o dell’eterna sfida tra ‘scapoli e ammogliati’ a pensare “questo lo avrei segnato anch’io”.

Ma purtroppo ci fanno versare anche copiose lacrime visto che, dopo la scomparsa di Gianluca Vialli, uno migliori attaccanti a cavallo tra due millenni, un altro ex attaccante ci ha lasciati per sempre.

Nuovo lutto nel calcio: è scomparso l’ex attaccante José Maria La Cagnina

Il calcio biellese è in lutto per la scomparsa, a soli 50 anni, di José Maria La Cagnina, attaccante che ha indossato il bianconero per una sola stagione, nel 1998/1999, ai tempi della serie C2.

Comasco di nascita e formatosi nel settore giovanile dell’Inter, La Cagnina approda alla Biellese nella stagione 1998-99, la prima della sua carriera da professionista. In quell’annata l’allenatore dei bianconeri piemontesi è Giuseppe Sannino, al momento tecnico del Paradiso, club della terza serie svizzera, che però vanta un passato in Serie A, lo vuole con sé anche nelle successive tappe della sua carriera.

Morto l'ex attaccante La Cagnina
Addio all’ex attaccante José Maria La Cagnina (LaPresse)-calcionow.it

La Cagnina, quindi, milita, tra le altre, nel Pavia, nel Crociati Noceto, nel Carpenedolo, nel Giorgione e nel Treviso per una carriera spesa soprattutto in C2 lasciando un ottimo ricordo nei cuori di tutti i tifosi, in particolare di quelli del Lecco e della Cremonese con i cui colori conquista delle storiche promozioni.

D’altronde, come insegnano tutti coloro che il calcio lo hanno giocato ai massimi livelli, fare gol è difficile in qualsiasi categoria, dalla Serie A alla Promozione. Di conseguenza, anche chi buca le reti avversarie nelle categorie inferiori merita si guadagna l’affetto dei tifosi al pari di un bomber di Serie A.

Chiusa la carriera, a quarant’anni, da difensore centrale, in ossequio alla quella consolidata consuetudine calcistica che vuole che l’attaccante arretri progressivamente con l’avanzare dell’età, La Cagnina diventa allenatore delle giovanili, ricoprendo tale incarico anche all’Academy dell’Udinese, prima che la malattia lo allontani dal campo e poi lo strappi all’affetto dei suoi cari ai quali si stringono tutti i suoi ex colleghi e i tifosi di ogni fede calcistica.

L’articolo Nuovo lutto: il mondo del calcio piange la scomparsa dell’ex attaccante proviene da CalcioNow.

Precedente Lazio-Milan diretta 0-0: ora LIVE la partita di oggi Successivo Cinquanta milioni alla Juve: addio Yildiz