Nuovo anno, vecchio Ronaldo: doppietta e assist, la Juve stende l’Udinese

CR7 sveglia una Juve poco brillante segnando due reti e mandando in gol Chiesa. Nel recupero c’è gloria anche per Dybala, per i friulani Zeegelaar

Ci sono cose che restano immutabili, anche in tempo di pandemia. Ci sono le feste, Natale, Capodanno e l’Epifania, e ci sono i gol di Cristiano Ronaldo, che ormai segna da vent’anni di fila. E’ stato lui il protagonista della prima partita del 2021 bianconero: due gol e un assist (per Chiesa) che hanno permesso alla Juventus di battere l’Udinese, cancellare la brutta sconfitta con la Fiorentina di fine 2020 e guardare con fiducia alla sfida della Befana con il Milan. Le altre belle notizie per Pirlo sono il rientro in campo di Giorgio Chiellini, subentrato a Bonucci nel finale (il recupero del capitano sarà prezioso in questa fase delicata della stagione) e il ritorno al gol di Paulo Dybala.

IL BALLETTO DEL RE

—  

Cristiano ha sbloccato la partita alla mezz’ora con il solito gol strappa applausi: destro imprendibile dopo una bella giocata di Ramsey, che ruba il pallone a De Paul (errore grave del 10 friulano) e lo consegna al numero 7. Così il portoghese può festeggiare il ventesimo anno solare di fila sempre in gol. Morata non c’è, infortunato dell’ultima ora (problema alla coscia destra, non convocato) e CR7 stavolta fa coppia con Dybala, ma lo spartito non cambia. Fino a quel momento la Juventus aveva tenuto sotto controllo la partita, dando l’impressione di poter andare in vantaggio da un momento all’altro, anche se in realtà aveva rischiato di trovarsi sotto dopo poco più di 10 minuti: gol di De Paul su cross di Lasagna annullato dal Var per un tocco di mano dell’argentino. L’altra occasione buona per pareggiare capita ai friulani appena dopo il vantaggio di Ronaldo, quando Ramsey si fa scappare un pallone che diventa invitante per Lasagna, che però non ne approfitta. Il gallese si fa vedere prima dello scadere del primo tempo con una bella conclusione dalla distanza.

ASSIST E DOPPIETTA

—  

Nella ripresa l’Udinese prova a cambiare il risultato inserendo Forestieri al posto di Pussetto, ma non ha neanche il tempo di riorganizzare le idee perché la Juve chiude la sfida in 5 minuti: nel gol di Chiesa c’è ancora lo zampino di Ronaldo, che pesca l’ex viola con un assist. Il successivo 3-0 di Ramsey dopo appena 3′ sarebbe stato il colpo del k.o., ma il Var anche in questo caso annulla per un tocco di mano a terra. Così il 3-0 lo firma Ronaldo, raccogliendo al 25’ un ottimo invito di Bentancur: 14 gol in campionato, da questa sera capocannoniere in solitaria (staccato di due lunghezze Lukaku). Nel finale c’è spazio anche per il 4-1 di Dybala, servito da Danilo: un destro che non lascia scampo a Musso. Il gol della bandiera per l’Udinese lo aveva segnato Zeegelaar al 90’: l’olandese, il migliore dei friulani, aveva già colpito una traversa.

Precedente Video/ Inter Crotone (6-2): highlights e gol. I nerazzurri non si fermano più! Successivo Sky o DAZN? Il programma televisivo dalla 16^ alla 29^ giornata di Serie A

Lascia un commento