“Non vincerà più la Champions”: torna la “maledizione” di Guardiola

La clamorosa sconfitta contro il Real Madrid riporta in voga una storia di qualche anno fa. Secondo l’agente di Tourè, il tecnico del City avrebbe fatto la fine del Benfica, maledetto da Bela Guttmann. E finora…

Non è vero ma ci credo. Storia di qualche anno fa quando l’agente di Tourè, preannunciò a Guardiola… il destino del Benfica maledetto da Bela Guttmann. Gli stregoni del continente nero, disse l’agente, in un’intervista alla testata russa Sport24, non avrebbero perdonato al tecnico spagnolo di aver posto fine alla carriera a Manchester dell’ivoriano. E a confermarlo c’è il fatto che, dopo la prima finale giocata dai Citizens finita con una vittoria del Chelsea, gli inglesi riescono a buttare via la possibilità di riprovarci in due minuti di follia contro il Real Madrid. Si allunga così il digiuno del catalano nella Coppa dalle grandi orecchie, che ormai Guardiola non vince dal 2011, anno del secondo trionfo sulla panchina del Barça.

MALEDIZIONE – Qualcosa si molto simile a quanto disse Bela Guttmann. La maledizione che il tecnico “appiccicò” al Benfica finora ha funzionato. Ed evidentemente anche quella dell’agente di Yaya Tourè sta avendo qualche effetto. Tutto, più o meno, sta andando come predetto dal procuratore dell’ex centrocampista. “Quando si attacca un campione come Yaya si attacca tutto un continente. E l’aver posto fine alla carriera di Tourè al City non è un errore, ma un crimine. Ma il boomerang tornerà indietro e Guardiola scoprirà di cosa sono capaci gli stregoni africani. Ricordatevi queste parole: il Benfica soffre della maledizione di Bela Guttmann, che gli impedisce di vincere le finali europee. Guardiola può avere tutti i soldi che vuole per il mercato, ma batterà questo record negativo”.

SALVEZZA – C’è pero possibilità di espiazione:  “Yaya ha sempre avuto il numero 42, perché è l’età a cui vuole smettere con il calcio. E forse nei prossimi due o tre anni Guardiola dopo che non vincerà la Champions League, capirà l’errore e cercherà di reinserire Tourè al Manchester City, in qualsiasi ruolo. Ora abbiamo offerte da tantissimi paesi, ma credo che Yaya, che è un vincente, potrebbe fare comodo ad Arsenal, Chelsea, Manchester United, Tottenham e Liverpool…”. Parole al vento, considerato che Tourè è finito in Cina e poi si è ritirato, ma sulla maledizione qualche dubbio, a questo punto, è legittimo. Forse è il caso che il tecnico si aggrappi a sua volta a qualche rito scaramantico. Oppure può richiamare Yaya…

Precedente Theo+Leao da sogno: numeri alla mano il Milan a sinistra ha una corsia da top in Europa Successivo Pellegrini insegue Totti: contro il Leicester è la notte del capitano

Lascia un commento