Nigeria, gol e spettacolo: 3-1 al Sudan e ottavi già in tasca

Chukwueze, Awoniyi e Simon: le Super Aquile chiudono i conti in 45 minuti, giocano il miglior calcio visto finora nella competizione

In cima alla lista delle favorite alla vittoria della Coppa d’Africa va messa questa Nigeria. Non tanto perché si sbarazza in 45 minuti del modesto Sudan, ma piuttosto perché sta mostrando il gioco più convincente della competizione. Dopo aver affondato l’Egitto di Salah (in campo dalle 20 contro la Guinea-Bissau), le Super Aquile si prendono con forza anche la seconda vittoria, qualificandosi agli ottavi di finale in anticipo: in gol Chukwueze, Awoniyi e Simon.

Nigeria-Sudan 3-1

—  

Centocinquanta secondi. Soltanto 150, scarsi, per vedere in vantaggio i favoriti della partita di Garoua. Moses Simon difende egregiamente palla in area, la offre succosissima a Samuel Chukwueze e l’attaccante del Villarreal porta a termine la missione con un tiro preciso. La squadra di Burhan Tia si impegna per reagire ma, ogni volta che le Super Aquile alzano i giri, il Sudan va in affanno. Accade per esempio intorno al 36’, con due azioni convulse in sequenza che prima costringono Ali Abdallah Abu-Eshrein a una gran parata e poi sfociano in un salvataggio sulla linea di un difensore, un palo di Awoniyi e un secondo salvataggio in extremis. Insomma, per miracolo i biancoverdi non dilagano. Rispetto a quanto visto con altre big, i ragazzi di Augustine Eguavoen rischiano poco. A fine frazione l’inevitabile si verifica, con il portiere sudanese che su punizione para un colpo di testa ravvicinato di William Troost-Ekong, ma la palla sbatte sul volto di Awoniyi e rotola in rete.

La gara dura ancora per i primi 34 secondi della ripresa, quando Simon si prende il palcoscenico e realizza la terza rete di giornata, rendendo impraticabile ogni remota speranza del Sudan, a mezzo passo dall’eliminazione. Inutile il gol della bandiera, su rigore, di Waliedlin Khidir al 70’: Nigeria agli ottavi di finale con il miglior calcio di quest’inizio di Coppa d’Africa.

Precedente Venezia, positivi quattro tesserati Successivo Calabria è recuperato: andrà in panchina. Pioli senza dubbi di formazione

Lascia un commento