Niente discoteca, la “dieta” di Ilary, Zeman: come Totti è rimasto Totti fino a 40 anni

Quando Francesco Totti debutta in Serie A ha un fisico asciutto, esile, ma non ancora esplosivo. Tende ad ingrassare appena mangia qualcosa di troppo, inizia quindi, intorno ai 20 anni, a curare l’alimentazione. Gli è accanto Vito Scala, che negli anni diventerà la persona che gli sarà più vicina. È il suo preparatore personale, conosce tutti i dettagli del fisico di Francesco, è lui che lo aiuta a mantenere la dieta (per quanto possibile) ed è lui che gli fa conoscere l’importanza dell’allenamento personalizzato. La storia dirà che aveva ragione Scala a convincerlo ad allenarsi sempre qualche minuto prima degli altri, visto che Totti fa l’esordio a 16 anni e smette a 41.

Precedente Osimhen, Immobile, Dzeko e le vie alternative: la Serie A è la più prolifica d'Europa Successivo Kaio Jorge non sarà un'arma Champions per la Juve. Non solo l'infortunio: non è in lista

Lascia un commento